Pier Luigi Cavallino nuovo presidente dell'associazione regionale pensionati Coldiretti

Al termine dell'assemblea ordinaria che si è svolta lunedì 20 febbraio

Pier Luigi Cavallino nuovo presidente dell'associazione regionale pensionati Coldiretti
Cronaca 21 Febbraio 2017 ore 16:05

Al termine dell'assemblea ordinaria che si è svolta lunedì 20 febbraio

Pier Luigi Cavallino è stato eletto alla guida dell’Associazione regionale Pensionati di Coldiretti Piemonte. La nomina è arrivata al termine dell’assemblea ordinaria elettiva, svolta ieri, lunedì 20 febbraio, allo Starhotels Majestic, a Torino, alla presenza di Giorgio Grenzi e Danilo Elia, rispettivamente presidente e segretario nazionali di Federpensionati, oltre a Delia Revelli, presidente di Coldiretti Piemonte e Bruno Rivarossa, delegato Confederale. Pier Luigi Cavallino, 69 anni, già presidente dell’Associazione Pensionati di Coldiretti Torino è agricoltore in Poirino dove, in frazione Favari, conduce insieme alla figlia Marina un’azienda a indirizzo cerealicolo e orticolo, con allevamento di bovini di razza Piemontese.
Pier Luigi Cavallino, nel suo indirizzo di saluto, ha detto: «Innanzitutto voglio ringraziare Bruno Porta, presidente uscente, per l’importante percorso che ha svolto con passione e dedizione, sin dal 2002, nell’associazione. Intendo proseguire sulla via della sinergia e della partecipazione con l’organizzazione. Ho a cuore diversi temi sui quali inizieremo subito a impegnarci, in particolare quello socio-sanitario per evitare che i cospicui tagli in ambito pubblico possano far venire meno determinati servizi vitali per la sopravvivenza del tessuto sociale nelle aree rurali. Nell’ambito dell’assistenza agli anziani intendiamo portare avanti e implementare alcuni progetti già avviati sui nostri territori. Inoltre – ha aggiunto Pier Luigi Cavallino – saremo parte attiva con la Coldiretti regionale su specifiche tematiche sindacali, care all’intera organizzazione. Lavoreremo per favorire effettivamente un ricambio generazionale nelle aziende agricole, collaborando con Giovani Impresa, cui siamo chiamati a trasmettere l’esperienza che abbiamo accumulato nel tempo”.
L’assemblea è stata anche l’occasione per presentare la Carta Vantaggi a favore degli agricoltori over 65, dando loro la possibilità di avere sconti in diversi ambiti: dalla spesa all’abbigliamento, dall’assistenza legale alla cura del corpo, dalle prestazioni mediche alle attività turistiche e ristorative. Giorgio Grenzi presidente nazionale di Federpensionati, ha tracciato una panoramica delle progettualità su cui Ferpensionati sta lavorando, partendo proprio dalla Carta Vantaggi: «La Carta Vantaggi, che sarà distribuita negli uffici zona, diffusi capillarmente in tutte le province del Piemonte, vale anche come riconoscimento per l’attività svolta in tanti anni a favore dell’associazione». Giorgio Grenzi ha ricordato come Federpensionati porti avanti «Tante nuove progettualità di welfare e di nuove politiche in ambito sanitario, oltre alla sinergia con i movimenti dei giovani e delle donne. Queste, insieme alla volontà di continuare ad affiancare i percorsi dell’organizzazione, sono le linee guida sulle quali si sta organizzando il movimento del pensionati coldiretti, che proprio in questi giorni assume la nuova denominazione di Senior Coldiretti per sempre».
Fabrizio Galliati, presidente di Coldiretti Torino, commenta così l’elezione di Pier Luigi Cavallino: «Auguro buon lavoro al neo presidente dei Senior Coldiretti per sempre del Piemonte. Il progetto di Coldiretti è bastato sull’importante contributo che l’Associazione pensionati ha dato, dà e darà nel tempo. Per la grande famiglia Coldiretti i senior sono una risorsa fondamentale, capaci di essere tutt’ora un punto di riferimento importante per l’Organizzazione, per le famiglie di agricoltori e per il buon funzionamento delle nostre imprese agricole. I pensionati Coldiretti rappresentano un saldo anello di congiunzione tra la tradizione e il futuro e mantengono un ruolo importante nel trasmettere il loro sapere».