a rondissone

Pre e post scuola, uno sconto per il secondo figlio

Il servizio partirà solamente se i bambini iscritti sono almeno 10.

Pre e post scuola, uno sconto per il secondo figlio
Chivasso, 02 Settembre 2020 ore 17:25

Pre e post scuola, uno sconto per il secondo figlio. Veronica Pagliarulo, consigliere con delega all’istruzione del Comune
di Rondissone è riuscita ad ottenere uno sconto.

Pre e post scuola

Il servizio di pre e post scuola a Rondissone sta facendo molto discutere, tant’è che i genitori hanno manifestato anche il loro disappunto per questo servizio comunque essenziale per molte famiglie, anche attraverso le colonne del nostro settimanale. Alcuni genitori che l’anno scorso avevano utilizzato il servizio ad un prezzo veramente molto conveniente, alla vista delle nuove condizioni imposte dal nuovo gestore, cioè la cooperativa Valdocco, hanno strabuzzato gli occhi. Infatti, la tariffa era unica, cioè di 90 euro (triplicata rispetto il 2019) sia che si utilizzi l’intero servizio, sia che se ne utilizzi solo una parte. Per non contare il pagamento anticipato di tre mensilità, cioè 270 euro a figlio oppure 540 euro se i figli sono due.

Durante l’incontro

Una situazione che l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Magnone si è presa subito a cuore. Così, nonostante il periodo di ferie, il consigliere con delega all’istruzione Veronica Pagliarulo ha chiesto ed ottenuto un confronto con la ditta appaltatrice del servizio.
Durante l’incontro Pagliarulo ha presentato le difficoltà manifestate dalla popolazione che usufruirebbe del servizio nel momento in cui si avvia l’anno scolastico.
«A fronte di questo confronto – spiega Pagliarulo – abbiamo ottenuto alcune agevolazioni. La tariffa è rimasta invariata, cioè 90 euro al mese però se una famiglia ha due bimbi iscritti, il secondo figlio avrà una riduzione del 20% sulla retta, cioè pagherà 72 euro.
Qualora le famiglie scelgano di utilizzare solo il pre o solo il post scuola sarà garantito loro una tariffa minore rispetto ai 90 euro totali.

Il pagamento sarà anticipato

Il pagamento rimane sempre anticipato per tre mesi, dunque le famiglie dovranno pagare al momento dell’iscrizione la quota da settembre a dicembre di 270 euro, poi altri 270 euro per il periodo da gennaio a marzo e infine 220 euro per quello tra aprile e giugno. In quest’ultimo caso la somma è ridotta per via dei giorni di utilizzo.
C’è un aspetto vincolante e molto importante per l’azienda: il servizio partirà solamente se i bambini iscritti sono almeno 10. E le famiglie, nel corso dell’anno, non potranno cancellare l’iscrizione. Una volta data l’adesione questa vale per tutto l’anno e qualora non frequentino dovranno lo stesso pagare la retta. Tutto questo perché la cooperativa assume personale per offrire questo servizio, personale qualificato e professionale.
Infine, posso già assicurare che sia pre che post scuola si svolgerà alla scuola dell’infanzia e che gli studenti della primaria saranno accompagnati dal personale del servizio a scuola al mattino e sempre questo all’uscita andrà a prenderli per riportarli alla materna».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità