Protesi alla mano una nuova tecnologia per un ragazzo vercellese

Gabriele Luberto è il primo in Italia ad avere una "i-Digits quantum",

Protesi alla mano una nuova tecnologia per un ragazzo vercellese
Vercellese, 03 Luglio 2018 ore 18:39

Protesi alla mano una nuova tecnologia per un ragazzo vercellese.

Protesi alla mano

Gabriele Luberto è il primo in Italia ad avere una "i-Digits quantum", il ragazzo di Vercelli, nato nel 2000, ha una malformazione congenita che è stata la causa di un sottosviluppo della mano e dell’assenza delle dita.

La decisione per il futuro

Gabriele ha vissuto fin qui senza protesi e senza che questo lo limitasse troppo nel suo quotidiano. Il ragazzo, l'anno prossimo, si diplomerà all'Istituto tecnico aeronautico. E la sua più grande passione è il volo. Anche per questo ha deciso di ricorrere alla protesi.

Il sogno di Gabriele

Pur non avendo mai sentito il bisogno di una protesi, Gabriele ha deciso assieme alla sua famiglia di ricorrervi. Nonostante si sia sempre arrangiato al meglio, infatti, alcune possibilità, specialmente in Italia, gli sono precluse. Perciò, quando ha scoperto che all'Estero avrebbe potuto realizzare il suo sogno ha deciso di farlo: "In Italia non ho la possibilità di pilotare un aereo - ha detto - sarei il primo a presentarmi al centro di medicina aeronautica italiana con la protesi, dando magari spazio e opportunità a chi è nella mia stessa situazione".