Cronaca

Ragazza violentata uomo condannato

La comunità, invece, non ne ha colpa.

Ragazza violentata uomo condannato
Cronaca Torino, 02 Dicembre 2017 ore 08:37

Ragazza violentata, il Tribunale di Torino condanna l'uomo.

Ragazza violentata

L'uomo condannato era stato accusato di aver violentato più volta una giovane 13enne a cui dava ripetizioni. L’uomo era della comunità Baha’i al quale i genitori avevano affidato la ragazzina che andava male a scuola.

La sentenza

La sentenza è stata pronunciata ieri, venerdì 1 dicembre al gup Riccardo Ricciardi. Per lui la pena è di quattro anni e quattro mesi. Il pm Mario Bendoni, però, aveva chiesto una condanna a sette anni.

Il ruolo della comunità

La comunità è risultata del tutto estranea alla vicenda. Questo nonostante tutto si fosse svolto nei locali di via Rondissone 8/D. Secondo però le indagini l'uomo aveva fatto tutto da solo.

L’intervento

“L’imputato non è né un “santone”, né un “saggio”, o un “anziano capo” semplicemente perché la fede bahá’í non prevede figure di questo tipo, né la presenza di un clero. L’imputato era un semplice membro della comunità. La comunità baha’ì promuove in tutto il mondo valori come l’educazione universale, la giustizia, la parità tra l’uomo e la donna”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter