Cronaca

Rifiuti e bottiglie nel rio a pochi metri dal parco fluviale

In via Gribaudia, a pochi metri dal parco Fluviale del Po

Rifiuti e bottiglie nel rio a pochi metri dal parco fluviale
Cronaca 14 Agosto 2016 ore 12:15

In via Gribaudia, a pochi metri dal parco Fluviale del Po

Cumuli di rifiuti nell’area di via Gribaudia, nei pressi della confluenza con la bealera. Un problema che il nostro giornale aveva già segnalato all’attenzione dell’opinione pubblica, nei mesi scorsi, ma che continua a persistere.
Nei giorni scorsi in redazione, attraverso la pagine Facebook de La Nuova Periferia, è giunta un’ulteriore segnalazione da parte di alcuni lettori, che ci hanno scritto: « A Settimo lungo la pista ciclabile che porta al parco, c'è una signora che quasi tutti i giorni pulisce, taglia l'erba, sistema i fiori, a titolo gratuito, per passione e senso civico. Più avanti, però, c'è un punto dove confluiscono un paio di ruscelli con tanto di telecamera. Qui ci sono cumuli di rifiuti. Che cosa aspetta l’Amministrazione comunale a far pulire quella zona, oppure attende che ci pensi la povera signora dotata di senso civico?».
Il problema delle discariche a cielo aperto e dei rifiuti, in città, resta assolutamente in primo piano. A causarlo, il più delle volte, è il cattivo senso civico da parte dei cittadini, che non si curano del rispetto delle regole e dell’ambiente, abbandonando immondizia lungo i rii, le bealere o a bordo strada, senza alcun ritegno. Questo, nonostante la presenza di cartelli che indicano il divieto di discarica o la presenza di un’area video sorvegliata.
Il più delle volte ad essere tirata in ballo dai cittadini stessi è l’Amministrazione comunale, che sarebbe «colpevole» di non effettuare i dovuti controlli per far rispettare le regole. Resta però il fatto che alla base di tutto, con il rispetto delle regole e dell’ambiente che ci circonda, questi problemi sarebbero immediatamente risolti senza creare polemiche o ulteriori disagi al territorio.