Riqualificazione Corso Piemonte: presto i lavori

Riqualificazione Corso Piemonte: presto i lavori
Settimo, 27 Luglio 2019 ore 11:30

Circa 100mila euro destinati per la riqualificazione del cavalcavia di Corso Piemonte: continuano le lamentele dei residenti, l’amministrazione promette risposte

Riqualificazione Corso Piemonte

Sono in vista una serie di iniziative atte a migliorare le condizioni del quartiere e del cavalcavia di Corso Piemonte. Si tratta della destinazione di circa 100mila euro che vengono ricavati dalle “economie” delle operazioni di collaudo dell’infrastruttura che negli anni scorsi ha subito un netto restyling. «Questi centomila euro sono stati richiesti nell’ambito del collaudo dei al cavalcavia previsti dal piano città- afferma la sindaca Elena Piastra -. Non siamo in grado – chiude la Piastra – di dire quando partiranno i lavori, ma stiamo lavorando affinché questo “primo lotto” possa essere ai nastri di partenza il prima possibile, ma dipende anche dalle indicazioni e dalle autorizzazioni che riceveremo dal Ministero».

Le lamentele dei residenti

I residenti dell’area sottostante il cavalcavia di corso Piemonte chiedono interventi e, soprattutto, risposte da anni.
Lo stato di “degrado” della zona, i marciapiedi e l’asfalto dissestati, la scarsa illuminazione e la poca percezione di sicurezza costituiscono un vero “mantra” che i cittadini vanno ripetendo da tempo, quasi del tutto inascoltati.
Non è bastato a smuovere le acque neanche il grave episodio verificatosi anni fa quando alcuni pezzi del cavalcavia si sono staccati precipitando in strada, con il rischio di colpire una residente che stava camminando lì sotto. Ora, forse, stanno per arrivare delle risposte.

Pulizia, sicurezza e… meno piccioni

Oltre al tema della sicurezza dell’infrastruttura e del quartiere, i residenti chiedono soprattutto maggiore pulizia. In questo senso, sottolinea la prima cittadina, «Abbiamo anche chiesto a Seta, la società di raccolta rifiuti, di effettuare un passaggio ogni dieci giorni per migliorare il servizio di spazzamento della strada». Ma non solo, perché i residenti chiedono a gran voce da tempo anche l’installazione di telecamere di videosorveglianza e la sistemazione definitiva dell’area limitrofa che separa il tratto di corso Piemonte incriminato dai binari della linea storica Torino-Milano che versa in condizioni di estremo degrado.  A preoccupare i residenti c’è anche l’estrema sporcizia causata dal guano dei piccioni che si annidano proprio nelle intercapedini del sovrappasso ferroviario. Al momento non è noto se Amministrazioni e tecnici stiano valutando alcune soluzioni per limitare il grave disagio. Così come l’invasione del guano dei piccioni è un problema che riguarda tutti i passanti che sono costretti a fare lo slalom per non imbattersi nei cumuli di sporcizia.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità