Ritirati dal commercio farmaci della pressione: contengono sostanze cancerogene

Sono oltre 700 i lotti interessati dal provvedimento.

07 Luglio 2018 ore 09:01

Sono stati ritirati dal commercio farmaci della pressione perchè  contenevano sostanze cancerogene.

Ritirati farmaci

L’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha disposto il ritiro dal commercio di oltre 700 lotti di farmaci per l'ipertensione basati sul principio attivo del valsartan. Si tratta infatti di un rimedio per combattere l’ipertensione e l’insufficienza cardiaca.

La decisione

La decisione è motivata dal rilevamento di un’evidente impurezza venutasi a creare nelle fasi di produzione del farmaco, che viene preparato negli stabilimenti della “Zhejiang Huahai Pharmaceuticals” in Cina. La sostanza che è stata rilevata e ritenuta cancerogena, è la N-nitrosodimetilamina (Ndma). E' quindi a causa di questa “intrusione” che è stato precauzionalmente disposto, sia da parte dell’Aifa che da parte delle altre Agenzie europee il ritiro dei lotti di alcuni farmaci basati sul principio del valsartan.

Sul sito dell’Aifa sono elencati i nomi dei farmaci contenenti suddetto principio attivo che rientrano nella “lista nera”, e vengono indicate le vie da seguire per quei pazienti che necessitino della sua assunzione.

Consulto medico

Le persone che stanno eseguendo un trattamento con i farmaci ritirati dal commercio dovranno consultare il medico per poter intraprendere una terapia con altre medicine. Non si deve però interrompere il trattamento senza aver prima consultato il medico ed aver concordato una terapia alternativa.