Menu
Cerca
rondissone

Scarica i rifiuti vicino a delle case e scappa: caccia al carro attrezzi

La segnalazione al sindaco Antonio Magnone da parte dei privati. 

Scarica i rifiuti vicino a delle case e scappa: caccia al carro attrezzi
Cronaca Chivasso, 16 Maggio 2021 ore 07:42

Scarica i rifiuti vicino a delle case di Rondissone e scappa: caccia al carro attrezzi. La segnalazione al sindaco Antonio Magnone da parte dei privati.

Scarica i rifiuti vicino a delle case e scappa

E' domenica scorsa quando, intorno alle 21, una coppia di Rondissone sente un mezzo avvicinarsi al proprio cortile. Poi si ferma. Così sono usciti non sapendo se fossero visite per loro o per i vicini. Ma quello che hanno visto li ha lasciati senza parole, increduli di fronte a quell’atto di maleducazione che non può esser in alcun modo giustificato da nessuno. Anzi, che andrebbe punito visto il pericolo ad esso connesso.
«Stavamo spazzando il cortile, luci accese, quindi era anche palese che fossimo in casa - racconta la donna - Avevamo appena messo fuori i bidoni dell’indifferenziato (come da calendario) e dopo cinque minuti sentiamo un furgone fermarsi davanti casa. Ci siamo sporti sulla via e abbiamo solo intravisto un mezzo, un carro attrezzi di colore verde grigio e targato straniero, che si dileguava a tutta velocità dopo aver lasciato sacchetti di immondizia varia, incluso una bottiglia di birra e vetri sporchi, lungo la via accanto ai nostri bidoni.
Testimone di ciò anche la mia vicina di casa che era fuori in cortile. Abbiamo subito avvisato il sindaco e forse sarebbe il caso di segnalare anche a Seta SPA che si occupa della raccolta nelle nostre zone».

Paura per il Covid

«Erano le 21 - continua - quindi ancora vi era luce per cui il tutto avvenuto alla luce del sole diciamo senza problemi. Pazzesco. Speriamo non capiti più. Anche perché toccare l'immondizia altrui già non fa piacere tanto più in una situazione come questa sembra assurdo doversi armare di guanti e mascherina per dividere la spazzatura in modo da evitare di prendere noi una multa, oltre ai pericoli del Covid19».
Insomma, un furbetto dei rifiuti che ha deciso bene di non scaricarli in qualche piazzola o in campagna, bensì di lasciarli vicino alle case del centro visto che tutto questo è accaduto tra via Mazzini e via Battisti.