Cronaca
torino

Scarsa igiene e stoccaggio sbagliato del cibo: i controlli

Gli agenti del Comando Territoriale VIII della Polizia Locale in campo per la tutela del consumatore.

Scarsa igiene e stoccaggio sbagliato del cibo: i controlli
Cronaca Torino, 01 Luglio 2022 ore 10:41

Nei giorni scorsi, nel quartiere di San Salvario di Torino, gli agenti del Comando Territoriale VIII della Polizia Locale hanno effettuato una serie di controlli per la tutela del consumatore.

Controlli della polizia locale

Nei giorni scorsi, nel quartiere di San Salvario di Torino, gli agenti del Comando Territoriale VIII della Polizia Locale hanno effettuato una serie di controlli per la tutela del consumatore negli esercizi di somministrazione e di vicinato che hanno portato all’accertamento di contravvenzioni per un totale di circa 20.000 euro e al sequestro amministrativo di 143 confezioni di prodotti alimentari privi di etichettatura in lingua italiana.

Scarsa igiene e stoccaggio sbagliato del cibo

Numerose le irregolarità riscontrate in due esercizi di somministrazione in via Ormea e in via Berthollet che hanno portato gli agenti della Polizia Locale a sanzionare i titolari. Tra le violazioni accertate figurano la mancanza dell’indicatore di temperatura esterno nei congelatori, irregolarità nelle procedure di autocontrollo HACCP, la mancanza della valutazione tecnica di impatto acustico, precarie condizioni igieniche del locale, irregolarità sullo stoccaggio di derrate alimentari, la mancanza di alcuni certificati e l’omessa esposizione di alcuni documenti obbligatori.

Mancano l'etichettatura in lingua italiana

In un minimarket in via Nizza, invece, oltre a sanzionare il titolare, gli agenti hanno sequestrato 143 confezioni di prodotti alimentari privi di regolare etichettatura in lingua italiana, mentre in un altro esercizio di vicinato in via Baretti i ‘civich’ hanno multato il titolare per la mancanza di alcuni documenti e irregolarità nella segnalazione dei prezzi per unità di prodotto.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter