Settimo, ecco dove i cani da soccorso imparano a salvare vite tra le macerie (il video)

Il campo macerie di addestramento è un'eccellenza regionale

Settimo, ecco dove i cani da soccorso imparano a salvare vite tra le macerie (il video)
31 Agosto 2016 ore 20:42

Il campo macerie di addestramento è un’eccellenza regionale

A Settimo, a pochi metri dalla zona industriale di strada Cebrosa, nascosto dalla fitta vegetazione c’è il campo di addestramento cinofili del nucleo provinciale di Torino dell’Associazione nazionale carabinieri: un vero e proprio punto di eccellenza per tutta la Regione. E’ qui che “crescono” e vengono addestrati i cani da ricerca che vengono impiegati nelle emergenze come quella del terremoto del 24 agosto. Ed è proprio da qui che due splendidi esemplari di pastore tedesco, entrambi di 7 anni, sono partiti per svolgere il proprio prezioso soccorso insieme ai propri padroni e conduttori. Si tratta di Jado (di Massimo Montinaro) e Argo (di Alessio Marino). Sono due dei cani “operativi” che si addestrano continuamente nel campo macerie che l’associazione nazionale carabinieri ha ottenuto in concessione dal Comune di Settimo e che la scorsa settimana hanno lavorato duramente tra le abitazioni crollate nei paesi del Reatino colpiti dal sisma.

E’ a Settimo, quindi, che “cresce” una buona parte degli animali da soccorso che l’associazione impiega nelle attività di ricerca persone, in superficie e sotto le macerie. Tutto avviene in un’area di 22mila metri quadri che comprende una “zona macerie” che ne misura 4mila. Pietre, condotti, una roulotte, un’automobile, copertoni e travi di legno: tutto riporta allo scenario “tipo” che si incontra quando ci si trova ad operare in uno scenario reale. Finzione sì, ma serve ad abituare gli animali e i conduttori dell’associazione d’Arma a muoversi sulle macerie con sicurezza, a capire e conoscere le insidie che può presentare una palazzina crollata per arrivare preparati all’intervento d’emergenza, quando ogni minuto è prezioso e non c’è tempo da perdere per salvare vite umane.

Preparati, perché come spiegano i volontari dell’associazione “Non si è mai pronti. Ma è a questo che serve l’addestramento, a consentire a tutti gli operatori di acquisire la più alta specializzazione per operare in una zona ad alto rischio”. Proprio come hanno fatto Alessio Marino e Massimo Montinaro, settimese di 55 anni, che sul numero de La Nuova Periferia in edicola questa settimana ha raccontato la sua esperienza vissuta ad Amatrice iniziata con un trasferimento in elicottero da Livigno.

Il campo rappresenta una risorsa importante per tutto il territorio della Provincia e della Regione. E lo dimostrano le tante associazioni, i corpi e gli enti dello stato che decidono di formarsi proprio a Settimo. “Abbiamo un progetto importante per questa struttura – spiega il presidente del nucleo provinciale di protezione civile Anc Maurizio Rafaiani -. Il nostro obiettivo è quello di creare una palestra per cani, dove gli animali possano svolgere attività di educazione e di preparazione, oltre che di creare un campo di addestramento per i piloti di droni. Nella nostra associazione contiamo 14 piloti brevettati che però non hanno una struttura adeguata per potersi addestrare. Quest’area sarebbe perfetta, ma abbiamo bisogno di supporto”. Nella mattinata di mercoledì 31 agosto, durante una sessione di addestramento alla quale hanno partecipato anche Massimo Montinaro e Alessio Marino, rientrati da pochi giorni dal Reatino, i volontari hanno ricevuto anche la visita del presidente del consiglio comunale di Settimo Giancarlo Brino.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità