Cronaca
CRESCENTINO

Sradicate le siepi e rotta una pianta

Il vicesindaco Luca Lifredi denuncia quanto accaduto nella notte tra venerdì 16 e sabato 17 aprile in centro città.

Sradicate le siepi e rotta una pianta
Cronaca Vercellese, 24 Aprile 2021 ore 05:55

Sradicate le siepi e rotta una pianta. Il vicesindaco di Crescentino Luca Lifredi denuncia quanto accaduto nella notte tra venerdì 16 e sabato 17 aprile in centro città. «Non sono semplici ragazzate quelle che stanno accadendo ma veri e propri atti vandalici che costano cari alla comunità».

Sradicate le siepi e rotta una pianta

Le piante e le siepi di Crescentino non hanno vita facile.
Solo qualche mese fa, il vicesindaco Luca Lifredi aveva segnalato il furto di alcune piante lungo viale IX Martiri nei pressi della scuola primaria di Crescentino. Piante che poi erano magicamente ricomparse dopo che in città si stava diffondendo l’identità del possibile autore del gesto che naturalmente rischiava una denuncia ufficiale.
Questa volta, il verde pubblico della città non è stato rubato bensì deturpato. Da chi, però, ancora non si sa.

La denuncia del vicesindaco

«Trovo gravissimo quello che è accaduto nella notte tra venerdì 16 e sabato 17 aprile in centro città - spiega Lifredi - E’ assurdo veramente che qualcuno si diverta a sradicare le siepi piantate solo l’anno scorso per buttarle in mezzo alla strada e rompere una pianta.
Non possiamo dire che questi siano delle semplici ragazzate, sono dei veri e propri atti vandalici che devono essere puniti.
Questi ragazzi non riescono a capire che dietro ad ogni pianta, dietro ad ogni intervento sulla cosa pubblica c’è l’impegno di molte persone e soprattutto spese a carico del Comune che ricadano poi naturalmente sulla popolazione tutta.
L’Amministrazione di cui faccio parte ha a cuore il verde pubblico e stiamo cercando, nel corso dei mesi, di migliorarlo sempre più. Di fronte però a questi gesti, potrebbe venir meno questo interesse. Non si può continuare ad in investire in questo modo per poi veder tutto andare in fumo in una sola notte».
E’ amareggiato il vicesindaco che sin dall’inizio della sua legislatura segue passo passo i lavori pubblici, dalle piccole manutenzioni agli interventi più importanti, proprio per far si che nulla venga sprecato e che ogni passo sia corretto.
«In una sola notte hanno rovinato delle aree del paese e questo spiace profondamente - conclude Lifredi - Non resteremo certo con le mani in mano, cercheremo anche in questo caso di comprendere chi sono gli autori di questi gesti».

Violato il coprifuoco

Inoltre, qualora dovessero essere individuate, per loro non ci sarebbero solo ripercussioni per l’atto vandalico messo in atto ma anche il non rispetto del coprifuoco vigente per via della pandemia Covid19.