pugno duro

«Stop agli atti vandalici, arrivano più di 20 telecamere»

I colpevoli pagheranno i danni.

«Stop agli atti vandalici, arrivano più di 20 telecamere»
Cronaca Chivasso, 26 Giugno 2021 ore 00:58

«Stop agli atti vandalici, arrivano più di venti telecamere in paese». E' questo il progetto del sindaco Diego Marchetti dopo gli ultimi episodi accaduti in paese.

Stop agli atti vandalici

E’ venerdì mattina quando il primo cittadino di Cigliano Diego Marchetti insieme ad alcuni agenti della polizia locale percorre le vie del paese per comprendere quali siano le zone più idonee alla posa del nuovo sistema di videosorveglianza.
Cigliano, infatti, attualmente ha un sistema di controllo che permette alle autorità di comprendere chi entra ed esce dal territorio comunale attraverso delle telecamere che registrano le targhe dei mezzi di trasporto.
Ma la volontà del sindaco, che sin dal suo programma elettorale ha sempre manifestato, è di rendere il territorio ciglianese un piccolo Grande Fratello per poter individuare chi commette dei reati, dagli atti vandalici che sono all’ordine del giorno ai furti.

Partita la mappatura

Così venerdì è partita la mappatura come spiega lo stesso Marchetti: «Abbiamo ricevuto il preventivo per il noleggio di più di una ventina di telecamere che hanno un costo non molto alto, costo che il Comune è in grado di affrontare senza difficoltà.
Con la polizia locale abbiamo individuato le zone dove installarle, parliamo di quegli angoli sensibili del nostro territorio dove spesso i vandali, quelli che qualcuno chiama “ragazzini”, commettono dei reati.

Il luoghi individuati

Dunque abbiamo individuato: Piazza Martiri della Libertà, Piazza Alleati, nell’area del cimitero, nella zona della biblioteca e del Palazzetto dello Sport. E poi ancora nell’area dell’ufficio postale e degli ingressi delle scuole».

Il pugno di ferro

Marchetti, infatti, è pronto ad usare il pugno di ferro: «Con l’installazione delle nuove telecamere e il fatto che la mascherina nelle zone aperte non sarà più necessaria sarà più semplice individuare i vandali e fargli pagare i danni che commettono. E lo ripeto ancora una volta, se saranno quei ragazzini come qualcuno ama chiamarli, pagheranno i loro genitori perché non sono più disposto a tollerare questa situazione. Ogni settimana qualcuno spacca qualcosa, è veramente vergognoso quello che succede nel nostro paese».
Insomma, ormai i vandali hanno le ore contate a Cigliano perché le telecamere, come spiega ancora Marchetti: «saranno a disposizione 24 ore su 24 della polizia locale e dei carabinieri, dunque qualsiasi cosa accada potremmo individuare gli interessati in pochissimo tempo».