il caso

Strage di gatti avvelenati: caccia all’autore del gesto

Chi si occupa degli animali inizia ad avere i primi sospetti.

Strage di gatti avvelenati: caccia all’autore del gesto
Chivasso, 06 Giugno 2020 ore 06:16

E’ strage di gatti avvelenati nel centro di Verolengo. Gli animali vengono uccisi con il veleno per lumache.

Gatti avvelenati

Torna il problema dell’avvelenamento dei gatti a Verolengo. Non è la prima volta, infatti, che in paese qualcuno decide di uccidere i felini che vivono per strada, i cosiddetti randagi. Ma ora la situazione è veramente precipitata tant’è che, chi solitamente dà da mangiare a questi piccoli animali, ha deciso di sporgere denuncia contro ignoti alla stazione dei carabinieri di Verolengo.

La testimonianza

«Non si può parlare di colonia felina nel caso di via Palestro a Verolengo – spiega una delle persone che segue questi felini con molta attenzione – perché per definirla tale devono esserci almeno una decina di esemplari. E, ahimè, questo numero non è più presente da diverse settimane perché qualcuno ha deciso di avvelenare i gatti. Forse a qualcuno danno fastidio, ma basta che queste persone si rivolgano al Comune di Verolengo.
Fatto sta che quel qualcuno agisce usando la lumachina, il veleno che solitamente viene utilizzato per uccidere le lumache. Questo lo sappiamo perché, oltre ad esser stato ingerito dai gatti randagi, questo è stato mangiato anche da un gatto di una residente che, corsa dal veterinario, ha visto (mentre l’animale vomitava) che aveva ingerito questo veleno. Proprio per questo motivo ho deciso di rivolgermi alla stazione dei carabinieri di Verolengo per sporgere denuncia contro ignoti anche se, qualche sospetto, dopo queste settimane c’è».

I sospetti…

In via Palestro, infatti, i sospetti ci sono ma ancora non ci sono le prove che la persone a cui si pensa sia veramente il killer dei gatti. Spetterà alle forze dell’ordine procedere con le indagini e dare un voltò a colui e colei che li uccide, anche perché è un reato penale ammazzare degli animali.
Intanto, chi si prende cura di questi esemplari spiega che si sta provvedendo anche al censimento di questi felini e alla loro cattura per la sterilizzazione e la ricerca di una situazione famigliare a loro consona.
«Chiedo – spiega la signora – a chi sta uccidendo questi gatti si smetterla. Avvelenandoli gli si costringe ad una morte atroce, di grande dolore. Chiedo veramente di andare in Comune, di lamentare i disagi. Noi comunque stiamo cercando loro una situazione migliore per toglierli dalla strada».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità