Cronaca
Da lunedì 17 gennaio 2022

Tampone gratuito in Piemonte per chi esce da isolamento e quarantena

Il provvedimento regionale riguarderà tutti i test, inclusi quelli antigenici rapidi effettuati nelle farmacie e nelle strutture private.

Tampone gratuito in Piemonte per chi esce da isolamento e quarantena
Cronaca Chivasso, 11 Gennaio 2022 ore 16:04

Dal prossimo lunedì 17 gennaio 2022 i tamponi necessari ad uscire dalla quarantena e dall'isolamento, per iniziativa di Regione Piemonte, saranno gratuiti.

Tampone gratuito per chi esce da isolamento e quarantena

Per potenziare il sistema di esecuzione dei tamponi che liberano i soggetti guariti dal Covid-19 e i loro contatti stretti, la Regione Piemonte, con una delibera che sarà approvata in Giunta, da lunedì 17 gennaio 2022 renderà gratuiti tutti i tamponi necessari per l’uscita da isolamento e quarantena, inclusi quelli antigenici rapidi effettuati nelle farmacie e nelle strutture private del territorio regionale.

Il provvedimento è stato stabilito nel corso della riunione dell'Unità di Crisi regionale avvenuta ieri, lunedì 10 gennaio 2022, durante la quale si è parlato anche di ulteriori snellimenti burocratici delle procedure necessarie all’attivazione e sblocco dei provvedimenti contumaciali per i contagiati e per i contatti che verranno finalizzati nei prossimi giorni. È stato fatto anche il punto sul sistema definito dal Governo per le quarantene in ambito scolastico, nel primo giorno di ripartenza delle lezioni dopo le festività natalizie.

Accordo con la sanità privata per aumentare i posti letto

C'è un'altra novità: posti letto dalla sanità privata per ridurre l'impatto del Covid-19 sugli ospedali piemontesi. Questa settimana la Regione Piemonte stilerà un protocollo di collaborazione con le strutture private del territorio, che hanno assicurato, dice la Regione stessa, la disponibilità di circa 500 posti letto per la degenza ordinaria. Questo avverrà con lo scopo di "alleggerire la pressione ospedaliera", si legge nella nota diffusa dalla giunta regionale, che conclude: "posti letto che consentiranno così di liberare spazi e ridurre l'impatto delle ospedalizzazioni Covid su quelle necessarie per altre patologie".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter