Cronaca
e' torinese

Tentò di uccidere la moglie in strada: condannato

Era stato arrestato dai carabinieri di Crescentino dopo una meticolosa attività d’indagine coordinata dal PM Rosamaria Iera Procura della Repubblica di Vercelli.

Tentò di uccidere la moglie in strada: condannato
Cronaca Vercellese, 27 Novembre 2021 ore 06:00

Tentato omicidio, lesioni aggravate e maltrattamenti in famiglia. Queste le pesantissime accuse per cui è stato condannato un 57enne di Rivoli, arrestato dai carabinieri di Crescentino dopo una meticolosa attività d’indagine coordinata dal PM Rosamaria Iera Procura della Repubblica di Vercelli.

Tentò di uccidere la moglie in strada

Tentato omicidio, lesioni aggravate e maltrattamenti in famiglia. Queste le pesantissime accuse per cui è stato condannato un 57enne di Rivoli, arrestato dai carabinieri di Crescentino dopo una meticolosa attività d’indagine coordinata dal PM Rosamaria Iera Procura della Repubblica di Vercelli.
Tutto è iniziato nella serata del 13 dicembre 2020, quando durante un servizio di pattuglia i militari in servizio hanno trovato una donna riversa a terra lungo la 31bis, al confine con Verolengo. In gravissime condizioni per le lesioni subite, è stata immediatamente trasferita in ospedale a Chivasso.
I carabinieri di Crescentino hanno subito preso a cuore il caso, arrivando ad attribuire al marito della donna i tre capi di imputazione confermati la scorsa settimana dal Tribunale di Vercelli.

Condannato

In sede di giudizio abbreviato, infatti, il 57enne è stato condannato a dieci anni di carcere.
In un’epoca in cui la violenza di genere è l'argomento più tristemente trattato e presente tra le prime pagine di cronaca, la condanna raggiunta racchiude un ottimo risultato per l'Arma dei Carabinieri, rimarcando ancora una volta il valido impegno ed un'importante e concreta sinergia avuta da sempre con l'Autorità Giudiziaria.