A CHIVASSO

Tra i rifiuti abbandonati spunta anche un documento

Un abitante di frazione Castelrosso ha denunciato che in zona Piarda era presente un cumulo di immondizia.

Tra i rifiuti abbandonati spunta anche un documento
Chivasso, 16 Agosto 2020 ore 09:08

Rifiuti abbandonati. Anche Chivasso deve fare i conti con questo problema. Dalla Collina al Vercellese, poco per volta tutti i Comuni hanno registrato l’abbandono di rifiuti.

Rifiuti abbandonati, il problema

Rifiuti abbandonati. Anche Chivasso deve fare i conti con questo problema. Dalla Collina al Vercellese, poco per volta tutti i Comuni hanno registrato l’abbandono di rifiuti.
I posti prescelti da questi incivili sono soprattutto le aree verdi oppure i tratti di campagna dove l’occhio indiscreto, di colui che può colpire il trasgressore, ha una buona possibilità di essere lontano.
In molti paesi sono state posizionate delle foto-trappole che hanno portato all’individuazione degli autori di questi gesti incivili.
Le persone sanzionate quasi certamente non hanno più compiuto questi atti, ma sta di certo che il loro «cattivo» esempio è stato imitato da molti.

La segnalazione

«Martedì 11 agosto nella zona conosciuta da tutti come Piada che si trova in campagna e conduce verso le rive del fiume Po ho trovato un vero scempio – dice un residente della frazione Castelrosso – La zona in questione è molto conosciuta da chi abita nel circondario.
Infatti, qui ci si recava per effettuare delle scampagnate. Cumuli e cumuli di immondizia lasciati lì. Una cosa inaccettabile».

Spunta anche un documento

Il castelrossese ci fornisce le fotografie di quanto ha ritrovato e poi ha avvisato la polizia municipale di Chivasso che dopo un paio d’ore è intervenuta sul posto. «Gli agenti hanno effettuato un sopralluogo – prosegue l’uomo – e hanno annotato tutto ciò che c’era. Insomma si sono mossi perché c’è una cosa molto importante in tutta questa vicenda: tra pezzi di mobili, un baule, cestini e altri rifiuti ancora ci sono anche due lettere dove si può leggere chiaramente il nome di una persona residente in Collina. Sono documenti personali e quindi è intuibile che chi ha gettato questi rifiuti sia lo stesso che qui ha anche lasciato una lettera e un libretto postale».
Una storia davvero assurda quella accaduta a Castelrosso lo scorso martedì, che purtroppo però non rappresenta una novità e come detto prima i casi come questi sono molti frequenti sul territorio Chivassese e della Collina.
La polizia municipale ancora una volta ha risposto prontamente alla chiamata e adesso dovrà fare luce sulla vicenda ed effettuare tutte le verifiche del caso.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità