E' DI TORRAZZA

Truffa del mattone, denunciato ex consigliere

Dai carabinieri del Nucleo Radiomobile di Torino.

Truffa del mattone, denunciato ex consigliere
Chivasso, 23 Maggio 2020 ore 05:38

Truffa del mattone, denunciato ex consigliere comunale di Torrazza dai carabinieri del Nucleo Radiomobile di Torino.

Truffa del mattone

Pacco, doppio pacco e contropaccotto» è un film italiano del 1993, diretto da Nanni Loy. Ambientato nella Napoli degli Anni Novanta, racconta un mondo in cui imbroglioni (più o meno professionisti) si arrangiano cercando di truffare il prossimo. Il titolo richiama il sistema del «pacco», ossia della truffa da strada ai danni del malcapitato di turno. Anche la locandina è emblematica: mostra un mattone avvolto in un foglio di carta, quello che trent’anni fa ricevevano a casa ignari acquirenti convinti di aver fatto l’affare del secolo comprando a poco prezzo autoradio o videoregistratori. Chissà se l’ex consigliere comunale di Torrazza, denunciato la scorsa settimana dai carabinieri del Nucleo Radiomobile di Torino, si fosse ispirato proprio al film di Nanni Loy, oppure se avesse solo cercato di racimolare qualche soldo sfruttando la buona fede di «clienti» contattati via internet.

Il caso

Stando ad una prima ricostruzione di quanto avvenuto (l’inchiesta è ancora in corso e gli inquirenti mantengono il massimo riserbo), l’ex amministratore sarebbe stato beccato lo scorso giovedì 14 maggio nel piazzale del «Leroy Merlin» di corso Giulio Cesare, alle porte del capoluogo piemontese. A seguire, tre pattuglie dell’Arma (dopo aver attraversato il paese con i lampeggianti accesi) avrebbero effettuato una perquisizione proprio a Torrazza.
Secondo le accuse, il torrazzese avrebbe messo a segno alcune truffe vendendo smartphone e auricolari di ultima generazione spedendo invece dei semplici mattoni.
Truffe come queste prevedono il pagamento su sistemi non tracciabili, ma gli inquirenti sono comunque riusciti ad arrivare a lui seguendo, è facile immaginare, la linea degli annunci.
A questo punto, non resta che attendere le prossime decisioni della magistratura.

LEGGI ANCHE: Falsa mail dei Carabinieri: truffa informatica

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità