Cronaca

Ubriaco in centro, in sei per calmarlo

L'uomo, di nazionalità russa e alto quasi due metri, non voleva andare in ospedale

Ubriaco in centro, in sei per calmarlo
Cronaca 08 Dicembre 2016 ore 20:34

L'uomo, di nazionalità russa e alto quasi due metri, non voleva andare in ospedale

E' stato necessario l'intervento di sei persone, tra agenti della polizia municipale di Chivasso e volontari della Croce Rossa, per accompagnare in ospedale un muratore di nazionalità russa che non si reggeva più in piedi dopo aver alzato il gomito. L'uomo, alto quasi due metri e pesante più di un quintale, era caduto più volte tra via Regis e piazza Carlo Noè, in pieno centro, per poi accasciarsi in corso Galileo Ferraris. Alla vista delle divise ha comunque reagito con forza, e non ha voluto salire sull'ambulanza. Gli agenti hanno quindi deciso di scortarlo a piedi nel vivino ospedale, tra mille difficoltà dovute alla mole e all'equilibrio decisamente precario.