femminicidio di volvera

Uccise la ex e ferì gravemente sua figlia: 30 anni di carcere

la giovane è rimasta paralizzata.

Uccise la ex e ferì gravemente sua figlia: 30 anni di carcere
Cronaca 24 Dicembre 2020 ore 15:38

Una vicenda drammatica quella consumatasi a Volvera il 10 giugno 2020, quando Nicola Cirillo58 anni, ha ucciso la sua ex Cristina Messina e gravemente ferito la figlia di lei, Giusy, 29enne costretta su una sedia a rotelle in seguito all’aggressione. La Corte d’assise di Torino ha condannato a 30 anni di carcere il killer. Come riporta Prima Torino.it

Uccise la ex e ferì gravemente sua figlia: 30 anni di carcere

La sentenza è arrivata mercoledì 23 dicembre. Riconosciute le attenuanti generiche equivalenti alle aggravanti (futili motivi, premeditazione, avere colpito una persona con legami stabili). La corte ha disposto inoltre provvisionali per oltre un milione e 400mila euro nei confronti delle parti civili (Giusy Messina e gli altri figli della vittima).

 

L’appello di Giusy per tornare a camminare

Giusy, la giovane a cui non soltanto è stata brutalmente strappata la madre, ma anche la possibilità di camminare – a causa delle gravi ferite inferte da Cirillo – ha recentemente dato il via a una raccolta fondi che le permetta di seguire un costoso percorso di riabilitazione che potrebbe consentirle di tornare a camminare.

Chiunque volesse contribuire, anche con il costo di un caffè, a dare una mano a Giusy, può farlo qui.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità