A RONDISSONE

Uomo bestemmia al passaggio del don

Sono episodi spiacevoli quelli che vedono protagonista un ultra 40enne.

Uomo bestemmia al passaggio del don
Chivasso, 27 Giugno 2020 ore 07:37

Sono episodi spiacevoli quelli che vedono protagonista un uomo ultra 40enne a Rondissone. La vittima invece è il sacerdote del paese, don Luigi Casardi.

Bestemmia al passaggio del don

Sono episodi spiacevoli quelli che vedono protagonista un uomo ultra 40enne a Rondissone. La vittima invece è il sacerdote del paese, don Luigi Casardi.
«C’è un uomo che al mio passaggio bestemmia contro di me e contro nostro Signore – racconta il parroco – Il motivo? Lo fa perché dice che è stato Dio a mandare il Coronavirus Covid19 e dunque anche io come prete del paese. Si tratta di un gesto però squallido che condanno perché io non ne posso nulla come nemmeno il Signore. Non è certamente Dio ad aver portato il virus tra noi, ad aver ucciso le persone che sono morte in questi mesi. Se non crede in Dio, se non vuole vedermi o salutarmi, al mio passaggio potrebbe voltarsi e non bestemmiare. Non riesco veramente a trovare un motivo a questo gesto, a giustificare il comportamento di questo uomo adulto».

La denuncia durante la Messa

Una situazione che il sacerdote ha anche spiegato, in maniera molto soft, durante la funzione religiosa di domenica scorsa quando in chiesa c’erano molti fedeli.

TORNA ALLA HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità