Cronaca
covid19

Vaccino AstraZeneca sospeso, 1000 dosi iniettate nell'Asl To4

Le fiale sono state inoculate a docenti e forze dell'ordine.

Vaccino AstraZeneca sospeso, 1000 dosi iniettate nell'Asl To4
Cronaca Chivasso, 12 Marzo 2021 ore 12:48

Vaccino Astrazeneca sospeso: nell'Asl To4  ne sono state inoculate mille dosi.

Vaccino AstraZeneca sospeso

Sono state inoculate mille dosi nell'Asl To4 del vaccino AstraZeneca che è stato sospeso. Le dosi sono state inoculate a docenti e forze dell'ordine. Si tratta infatti delle fiale relative al lotto sospeso.

Vaccino AstraZeneca, bloccata la somministrazione

Anche in Piemonte è stata distribuita una partita di dosi del lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca anti COVID-19, di cui l’Aifa nelle scorse ore ha deciso di sospendere l’utilizzo in via precauzionale su tutto il territorio nazionale.

L’Unità di crisi ha quindi dato disposizione alle Asl di sospendere immediatamente la somministrazione dei vaccini appartenenti a questo lotto, garantendo comunque la continuità della campagna vaccinale attraverso l’inoculazione di dosi appartenenti a lotti differenti.

Nessuna criticità

Al momento non è stata segnalata nessuna criticità particolare da parte delle persone che hanno ricevuto il farmaco e prosegue il monitoraggio già attivo per la verifica di eventuali reazioni avverse.

Un nuovo piano vaccinale

Intanto, l'assessore regionale Icardi ha dichiarato che verrà adottato un nuovo piano vaccinale con cinque nuove categorie e la possibilità di somministrate l’AstraZeneca anche a chi ha più di 65 anni.

E’ quanto indica la bozza aggiornata del Piano vaccini, del Ministero della Salute, Commissario straordinario, Iss, Agenas e Aifa andata in Conferenza Unificata e sottolineata dall’assessore Luigi Icardi (Sanità Regione Piemonte).

La priorità sarà quindi sempre per gli over 80 ed alcune categorie professionali come il personale scolastico, personale sanitario e forze dell’ordine, ma a queste si aggiungono:

  • persone con elevata fragilità (persone estremamente vulnerabili; disabilità grave);
  • persone tra 70 e 79 anni;
  • persone tra i 60 e i 69 anni;