mentre lavorava

Vigilante di 31 anni muore stroncato da un infarto

Era in servizio all'Enea di Saluggia.

Vigilante di 31 anni muore stroncato da un infarto
Cronaca Vercellese, 20 Maggio 2021 ore 10:12

Un giovane di 31 anni, Alfredo Racioppi è morto sul lavoro stroncato da un infarto. E' accaduto nel primo pomeriggio di ieri, mercoledì 19 maggio 2021 nello stabilimento Enea di Saluggia.

Vigilante muore colto da un infarto

E' morto colpito da un infarto che non gli ha lasciato scampo Alfredo Racioppi mentre era sul posto di lavoro. Il giovane, 31 anni, stava svolgendo la sua mansione di vigilante all'Enea di Saluggia. Nel primo pomeriggio di ieri, il vigilante era sul posto di lavoro quando si è accasciato a terra e purtroppo i soccorsi sono risultati inutili.

Una grande tragedia

Il giovane era un grande amante del calcio, tifoso dell'Inter e della Pro Vercelli oltre che un volto molto conosciuto nelle società calcistiche del Vercellese. Era infatti allenatore della squadra Esordienti 2009 del Castigliano. Una terribile notizia quella della morte di Racioppi che si è diffusa molto rapidamente portando con sé dolore. Racioppi infatti era una persona solare che si faceva apprezzare da tutti. La società, in segno di lutto, ha deciso di sospendere tutte le attività fino a domenica 23 maggio. Racioppi lavorava come vigilante presso All System e in passato aveva anche allenato alle Scuole Cristiane.