L'INIZIATIVA

Caro Babbo Natale vorrei… ogni letterina un pasto al Banco Alimentare

A fronte di ogni missiva sarà donato un contributo necessario per il recupero e la distribuzione di 500 grammi di alimenti. 

Caro Babbo Natale vorrei… ogni letterina un pasto al Banco Alimentare
Chivasso, 26 Novembre 2020 ore 05:22

Caro Babbo Natale vorrei… potete inviare la vostra letterina per aiutare il Banco Alimentare. A fronte di ogni missiva sarà donato un contributo necessario per il recupero e la distribuzione di 500 grammi di alimenti.

Caro Babbo Natale vorrei…

Mai come in questo momento abbiamo bisogno dello spirito del Natale. Di quel sentimento di gioia, misto a fantasia, fondamentale per affrontare questa pandemia. Questo virus subdolo che oltre a minare la nostra salute ha intaccato la nostra socialità. Ci impedisce di stare insieme, di abbracciarci, di ridere non solo con gli occhi. Ogni giorno con i nostri settimanali mettiamo nero su bianco notizie, curiosità eventi informazioni dei nostri territori. Ora vogliamo mettere nero su bianco il nostro impegno, il nostro desiderio: alimentare speranze.

Da qui nasce l’iniziativa che «la Nuova Periferia» rivolge ai suoi lettori, di ogni età. Perché di fronte a quel buffo uomo vestito di rosso e con la barba bianca diventiamo tutti bambini.

La nuova iniziativa

Fino a domenica 20 dicembre tutti potranno scrivere una letterina a Babbo Natale per raccontare un sogno, un pensiero, un desiderio che portano nel cuore.

Un desiderio non scontato, ma emozionante. Scriviamo a Babbo Natale non per chiedergli giocattoli come facevamo da bambini, ma per aiutarci a uscire da questo incubo.

Immaginiamo di arrivare al Polo Nord fra gli elfi e le rene. Immaginiamo di sederci davanti a un bel fuoco, con una fumante tazza di cioccolata tra le mani, e in tutta tranquillità e serenità componiamo la nostra letterina. Liberiamo i nostri pensieri e sentimenti.

Inviateci le vostre letterine e la Nuova Periferia le pubblicherà per quattro settimane, da mercoledì 2 a mercoledì 23 dicembre.

La principale modalità di raccolta delle lettere destinate a Babbo Natale sarà (a partire dal 16 novembre) il sito internet dell’iniziativa www.carobabbonatalevorrei.it, mentre gli iscritti alla nostra community avranno la possibilità di mandare un WhatsApp al numero 3470820255
fotografandola. Un’occasione speciale riservata a chi ci segue da vicino, ogni giorno.

Ogni letterina un pasto al Banco Alimentare

E c’è un’altra grande sorpresa. Ogni letterina inviata equivale a un pasto. Infatti per ogni lettera che invierete «la Nuova Periferia» donerà a «Banco Alimentare» un contributo per distribuire 500 grammi di alimenti (pari a un pasto – stima adottata dalla European Food Banks Federation) a chi è in difficoltà.

In Italia ogni anno il 15% della produzione alimentare viene sprecata. La fondazione Banco Alimentare combatte ogni giorno lo spreco recuperando le eccedenze da molteplici donatori della filiera agroalimentare, favorendo il risparmio e dando agli alimenti ancora buoni nuova vita.

«Caro Babbo Natale vorrei» è il nostro modo di stare vicini alla gente in un momento in cui siamo obbligati a mantenere le distanze. Ma non quelle del cuore.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità