Crisi Martor: l’arcivescovo Nosiglia vicino ai lavoratori

E' in corso la visita della guida della Diocesi torinese davanti ai cancelli dello stabilimento di Brandizzo. 

Crisi Martor: l’arcivescovo Nosiglia vicino ai lavoratori
Chivasso, 08 Gennaio 2020 ore 16:18

Crisi Martor: l’arcivescovo Nosiglia vicino ai lavoratori. E’ in corso la visita della guida della Diocesi torinese davanti ai cancelli dello stabilimento di Brandizzo.

11 foto Sfoglia la gallery

L’arcivescovo Nosiglia vicino ai lavoratori

Sono 117 i lavoratori dello stabilimento di Brandizzo in sciopero dallo scorso 20 dicembre. E sono tanti i dipendenti che questo pomeriggio, mercoledì 8 gennaio, hanno accolto l’arcivescovo Cesare Nosiglia davanti ai cancelli. Una visita gradita e che arriva come un conforto per le famiglie che stanno attraversando questo momento di grande preoccupazione.

Crisi Martor

L’azienda, a dicembre, ha annunciato la propria situazione di crisi: una vera doccia gelata per i dipendenti che, da allora, hanno avviato un presidio a oltranza. Tante le istituzioni che, in queste settimane, hanno fatto visita ai lavoratori portando la propria solidarietà e il proprio sostegno. E tra loro, anche la guida della Diocesi Torinese, l’arcivescovo Nosiglia ha espresso la propria vicinanza ai 117 dipendenti.

Il sostegno della Diocesi

“Porterò un aiuto concreto alle famiglie coinvolte”, sono queste le prime parole dell’arcivescovo ai lavoratori di Brandizzo. Nosiglia ha inoltre annunciato che avvierà un confronto con la proprietà e la politica: “La Chiesa di Torino è presente e vicino a voi”, ha dichiarato.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei