Menu
Cerca

La tendenza del retrogaming spiegata dal punto di vista sociologico

La tendenza del retrogaming spiegata dal punto di vista sociologico
Economia Chivasso, 23 Novembre 2020 ore 09:18

Per capire oggi cosa va di moda e cosa no, basta dare una occhiata ai nuovi social media o a canali di streaming come Twitch, sicuramente uno tra quelli che vanno per la maggiore. Persino su una piattaforma contemporanea dedicata al livestreaming come Twitch la moda del retrogaming sembra aver preso piede, tra gli appassionati di videogames retrò, soprattutto per quello che riguarda la categoria di giochi dei cosiddetti arcade, che durante il decennio a cavallo tra gli anni ottanta e i novanta ha vissuto una vera e propria epoca d’oro. Bisogna fare menzione di un ottimo canale partito durante le scorse settimane e creato dall’utente il cui nickname è Michael Knight82. Un chiaro omaggio alla serie tv cult Supercar, in inglese Knight Rider, format che andò in onda per quattro anni a cavallo tra il 1982 e il 1986 e che vedeva come protagonista David Hasselhoff e il suo celebre computer di bordo a interfaccia, il mitico KITT. Ora, su questo canale è possibile reperire un numero incredibile di informazioni attraverso i suoi video dedicati proprio al mondo delle console vintage e degli arcade anni ottanta e novanta.

Il gioco online odierno

Oggi oltre al gaming i giochi più conosciuti e praticati sono quelli che fanno parte del contesto dei casinò dove è possibile trovare un vasto assortimento di attrattive che vanno dai giochi di abilità del blackjack e del baccarat, passando per un classico immortale come la roulette europea, fino ai giochi di dadi, slot con jackpot progressivi, videopoker e via dicendo. Si tratta di un settore che durante questi anni ha incrementato il suo volume d’affari, riuscendo a colmare il gap tecnologico dovuto al passaggio da PC e laptop verso i nuovi device come smartphone e tablet, che consentono un gameplay maggiormente fluido e dinamico, prerogativa fondamentale per la nuova generazione di utenti attivi in questo tipo di contesto. Gli utenti Android normalmente possono scegliere tra due opzioni, se stanno cercando di giocare ai giochi da casinò in movimento. La prima alternativa è visitare il Google Play Store e scaricare un’applicazione che offre giochi da casinò gratuiti, ovvero giochi che non supportano le puntate con denaro reale ma utilizzano invece denaro virtuale. Alcune di queste applicazioni richiedono il pagamento di denaro effettivo per poterle scaricare dal Play Store e installarle sul tuo smartphone Android. Altri sono disponibili per il download gratuito, ma si consiglia agli utenti Android di controllare gli acquisti in-app. Questa funzione potrebbe far consumare molti giga al vostro telefonino mentre l’applicazione di base può essere scaricata gratuitamente, chi la installa paga in aggiunta per beneficiare di funzionalità specifiche o acquistare determinati elementi, come i crediti demo che scommetti sui giochi da casinò. Ad esempio, se hai bisogno di più crediti con cui giocare, dovrai acquistarli e pagare denaro reale nel processo. Lo stesso vale quando è necessario sbloccare contenuti aggiuntivi all’interno del gioco. Naturalmente, c’è la possibilità di disattivare gli acquisti in-app automatici del tuo dispositivo mobile. A tale scopo, è sufficiente aprire l’app Google Play sul telefono e attivare l’opzione Usa PIN per gli acquisti, in modo che le app chiedano l’autenticazione ogni volta che viene effettuato un acquisto sul dispositivo. Un altro aspetto negativo dei giochi da casinò gratuiti è che, poiché non coinvolgono il gioco d’azzardo con denaro reale, i giocatori non possono raccogliere premi in denaro reale, nonostante vengano addebitati per alcune delle funzionalità e dei contenuti delle applicazioni. Per questo motivo, alcuni possessori di telefoni Android preferiscono scaricare applicazioni che implicano il gioco d’azzardo con denaro reale. Questi hanno l’ulteriore vantaggio di vincere denaro reale che puoi incassare. Molti casinò mobili offrono applicazioni scaricabili per Android che consentono ai propri clienti di piazzare scommesse con soldi veri sui propri smartphone o tablet. Queste applicazioni possono normalmente essere scaricate direttamente dal sito web dell’operatore di gioco e sono disponibili gratuitamente. Dopo aver scaricato e installato l’applicazione del casinò con denaro reale sul tuo dispositivo, puoi registrarti con un account e depositare denaro reale con la tua carta o e-wallet. Una di queste applicazioni ti darebbe accesso immediato a dozzine di giochi da casinò che vanno dalle slot e dai giochi da tavolo come blackjack, poker e roulette alle opzioni in stile lotteria come il Keno. Puoi vincere soldi veri su questi giochi e ritirarli dal tuo account del casinò ogni volta che lo desideri.

La tendenza del retrogaming sui giochi d’azzardo

Tutto ciò per dire che la nuova tendenza retrogaming non è solo una moda passeggera, ma ha radici profonde per una intera generazione di appassionati di videogames di categoria arcade, dovuta in larga parte al vuoto che oggi è più semplice colmare. Basta dare un’occhiata ai titoli di giochi contemporanei di casino come le slot online soldi veri per capire come il videogame degli anni ottanta sia tornato di moda, slot machine come Space Arcader non sono altro che un omaggio a Space Invaders, il classico arcade del 1978 sviluppato da Toshihiro Nishikado. Pensiamo ad esempio al portale di Apple Arcade, o se preferite un software come Mame32, simulatore per eccellenza di tutte le realtà di gioco di categoria arcade. Non bisogna però addentrarsi in un discorso sociologico per capire che molti giochi in voga durante gli ultimi anni, siano un tentativo da parte degli appassionati di colmare un gap che è parte integrante delle loro memorie di giovani appassionati di videogames arcade.

Spulciando dentro il lato oscuro del retrogaming

Riportando la mente ai primissimi anni ’90, al boom videoludico, quando ricevere una console o un videogame per Natale ti rendeva felice, bisogna ricordare anche il rammarico e i vari atteggiamenti legati allo “status symbol” di quella generazione. Spesso, avere l’ultima console uscita o il nuovo videogame, era segno dell’essere benestanti, un aspetto che oggi passa in secondo piano ed è del tutto trascurabile, dato che possedere l’ultima console Sony, Nintendo o Microsoft, richiede sì uno sforzo economico, ma non così ingente come invece avveniva trent’anni fa. Il concetto di retrogaming tuttavia riporta alla memoria quell’oscuro oggetto del desiderio, il gioco irraggiungibile e in quei momenti, quando le menti degli allora adolescenti si lasciavano condizionare da una sorta di fanatismo. Se qualcuno aveva appena acquistato l’ultimo titolo in voga, diventava anche il nostro obbiettivo. Molto spesso, era necessario accontentarsi delle immagini su Consolemania sentendo sulla pelle la differenza di una situazione economica ma anche sociale.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli