A CHIVASSO

Parrucchieri ed estetiste potranno lavorare 7 giorni su 7

Saranno validi fino al prossimo 31 dicembre 2020.

Parrucchieri ed estetiste potranno lavorare 7 giorni su 7
Chivasso, 19 Maggio 2020 ore 12:29

Con l’ordinanza n.174 di martedì 19 maggio 2020, il sindaco di Chivasso Claudio Castello ha disposto i nuovi orari da seguire per parrucchieri ed estetiste validi fino al prossimo 31 dicembre 2020.

Parrucchieri ed estetiste potranno lavorare 7 giorni su 7

Con l’ordinanza n.174 di martedì 19 maggio 2020, il sindaco di Chivasso Claudio Castello ha disposto i nuovi orari da seguire per le attività di acconciatura ed estetista validi fino al prossimo 31 dicembre 2020. Ogni esercizio presente sul territorio cittadino che svolge tali attività potrà scegliere di rimanere aperto fino a sette giorni su sette alla settimana. L’orario di apertura non deve superare le 14 ore giornaliere e deve essere compreso nella fascia oraria tra le 7,00 e le 22,00, con possibilità di effettuare l’orario continuato senza interruzione a metà giornata. Al solo fine di ultimare eventuali prestazioni ancora in corso, è consentita la tolleranza di mezz’ora oltre l’orario autorizzato, sia per le attività di acconciatore che per le attività di estetista, a condizione che la porta d’accesso all’esercizio resti chiusa. L’apertura degli esercizi di acconciatore ed estetista non sarà consentita nei giorni 25 e 26 dicembre 2020.

Gli obblighi

Nei locali di ciascun esercizio deve essere esposto, in modo visibile al pubblico anche dall’esterno durante l’apertura del medesimo, un cartello riportante l’orario di attività praticato. Inoltre, durante l’orario di apertura è obbligatoria la presenza del responsabile tecnico Si ribadisce l’obbligo, per il responsabile tecnico, di garantire la propria presenza nell’esercizio durante l’orario di apertura, specificando che, nel caso di adozione di un orario di attività esteso, tale presenza possa essere garantita anche attraverso la nomina di più responsabili tecnici. Per i lavoratori dipendenti dovrà comunque essere rispettato l’orario di lavoro previsto dai contratti collettivi nazionali delle categorie interessate.

La scelta

Così il sindaco Claudio Castello e l’assessore al Commercio Pasquale Centin hanno commentato l’iniziativa:

“Estetisti e parrucchieri rappresentano una delle categorie maggiormente colpite dalla crisi economica causata dalla pandemia. La decisione di rendere più flessibili gli orari di lavoro di parrucchieri ed estetisti nasce dall’esigenza di mantenere il distanziamento sociale, riducendo le code e quindi gli assembramenti. Sono gli stessi operatori del settore che, nel corso di questi mesi, hanno chiesto orari di apertura più flessibili e abbiamo deciso di assecondare le loro richieste, che riteniamo legittime. Ogni attività ha dovuto riorganizzare gli spazi e le modalità di ricevimento dei clienti e siamo convinti che con i nuovi orari si potrà raggiungere un volume di lavoro se non pari, sarà almeno molto vicino a quello prima della pandemia”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità