CHIVASSO

Forza Italia propone l’esenzione della Tari per chi adotta un cane

"La presente mozione mira a promuovere l'adozione attraverso un incentivo economico significativo"

Forza Italia propone l’esenzione della Tari per chi adotta un cane
Pubblicato:

L’idea dei consiglieri Clara Marta, Emanuela Tappero e Matteo Doria è davvero meritevole. In sintesi chiedono al sindaco e alla sua amministrazione l’esenzione dalla Tassa Rifiuti (TA.RI.) per chi adotta un cane randagio.

Esenzione della Tari per chi adotta un cane

E a tal proposito hanno presentato una mozione. Che parte dalla premessa che il randagismo canino è una problematica rilevante che influisce sia sul benessere degli animali che sulla qualità della vita dei cittadini.

Considerato che promuovere l'adozione di cani randagi può portare a una riduzione dei costi di gestione dei canili comunali tre consiglieri propongono che il Consiglio Comunale di Chivasso: Deliberi di introdurre l'esenzione dalla Tassa Rifiuti (TA.RI.) per l'adozione di cani randagi:

  • L'esenzione sarà concessa per un periodo di 5 anni a partire dalla data di adozione del cane.
  • Sarà riservata al nucleo familiare dell'utente che adotta un cane di proprietà del Comune di Chivasso, ricoverato presso una struttura convenzionata con il Comune.

Stabilisce che l'esenzione terminerà al verificarsi di una delle seguenti condizioni:

  1. Decesso del cane.
  2. Smarrimento del cane.
  3. Maltrattamento o abbandono dell'animale.
  4. Cessione del cane a un altro soggetto privato.
  5. Rinuncia del cane adottato.
  6. Trasferimento della residenza anagrafica dell'affidatario fuori dal territorio comunale di Chivasso.

Chiedono all’amministrazione di impegnarsi a:

  • Redigere un regolamento dettagliato per l'adozione dei cani randagi che stabilisca le modalità di adozione e i criteri per beneficiare dell'esenzione dalla TA.RI.
  • Promuovere campagne di sensibilizzazione per incentivare l'adozione dei cani randagi e informare i cittadini sui benefici dell'esenzione dalla TA.RI.
  • Monitorare e valutare l'impatto della misura sull'adozione dei cani e sui costi di gestione dei canili comunali, riferendo periodicamente al Consiglio Comunale.

Concludono: «La presente mozione mira a promuovere l'adozione di cani randagi nel Comune di Chivasso attraverso un incentivo economico significativo, contribuendo al benessere degli animali e della comunità. Il risparmio sui costi di gestione dei canili giustifica ampiamente il mancato incasso derivante dall'esenzione della TA.RI., offrendo un beneficio complessivo per il Comune e i suoi cittadini».

Commenti
Tiziana Lala'

La trova una bellissima idea, meritevole di andare fino in fondo. Il Comune non fa pagare tanta gente con varie scuse, non andra' in malora x pochi soldi di esenzione x chi adotta un cane. Non vanno mai comprati secondo me.i miei li ho adottati proprio al canile tanti anni fa.

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali