montanaro

Il sindaco è incompatibile? Ponchia scriverà al Prefetto

Ma Careri annuncia: «Mi sono dimesso dal Ciss. Ho rispettato la legge»

Il sindaco è incompatibile? Ponchia scriverà al Prefetto
Pubblicato:

Tutto ci si sarebbe aspettato al primo consiglio comunale post elezioni, mercoledì 26, meno che il capogruppo di minoranza Giovanni Ponchia alzasse la mano nel momento della discussione sulle condizioni di eleggibilità e compatibilità degli incarichi.

Il sindaco è incompatibile?

Tutti gli occhi sono stati puntati su di lui, affiancato dai consiglieri di minoranza Claudio Schifanella, Michela Gallenca e Paolo Minetti.

«Contesto - ha detto Ponchia - al sindaco Antonino Careri - la sua incompatibilità in quanto parrebbe essere ancora membro del Consiglio di Amministrazione del Ciss (Consorzio Intercomunale dei Servizi Sociali). Ha detto di avere dato le dimissioni, ma senza ricordarsi la data nè il modo nè se ci sia stata l’accettazione del Ciss. Sull’eleggibilità proveremo a chiedere un parere al Prefetto allegando una delibera del Consiglio di Amministrazione del Ciss datata 6 giugno con ancora presente Careri». Non ha esitato a ribattere il sindaco Antonino Careri dichiarando di essersi dimesso nei tempi utili secondo la legge, ed, interpellato in questi giorni, ha riferito: «Ho dato le dimissioni entro i dieci giorni previsti per legge dalla proclamazione. Ho dato le dimissioni il 17 giugno ed ho la documentazione che attesta la mia compatibilità».

La Giunta

Questa la giunta nominata: vice sindaco è Arcangelo Gallon delegato al bilancio, tributi, partecipate, bandi. Elisa Bianchi è assessore delegata alle politiche sociali, istruzione, associazioni solidaristiche. Romina Merlo è assessore delegata all’edilizia pubblica e privata, al risparmio energetico, alle applicazioni informatiche. Stefano Pellegrino è assessore delegato all’ambiente, associazioni sportive, fiera. Anche qui non sono mancate polemiche.

«Manca l’assessore alla cultura e al commercio, al patrimonio e ai lavori pubblici - dice Ponchia - Ed anche l’assessorato all’agricoltura e al manutentivo, a parte una scarsa delega». «Lasciateci lavorare» ha risposto Careri.

Linee programmatiche

Astensione della minoranza sul programma. «Ci aspettiamo - ha detto Ponchia - la realizzazione del bacino di laminazione a monte dei campi sportivi. Si attende la lettera del sindaco che avvii la progettazione per la procedura di Valutazione di Impatto Ambientale. Durante il passaggio di consegne, il sindaco Careri mi ha garantito che proseguirà il progetto. Se non avverrà a breve o se voi volete bloccare il progetto, vista anche la difficoltà a dichiarare la vostra opinione al riguardo, ci muoveremo insieme ai Comitati alluvionati e ai cittadini che ci hanno votato per sollecitarne la realizzazione al più presto. Si ricorda che il sindaco è responsabile della Protezione Civile».

«Voglio lasciare fra cinque anni- ha detto il sindaco Careri- un paese migliore di come l’ho trovato. Tutto quel che faremo sarà nel rispetto dei cittadini. I cittadini devono tornare ad avere fiducia nelle istituzioni, e nel loro operato. Abbiamo più volte ribadito che il paese va difeso dagli eventi alluvionali, pertanto sarà nostra priorità tutelarlo». Per quanto sia stato nuovamente messo in dubbio il credo ambientalista dei nuovi amministratori, il loro motto «fatti concreti e non parole» è già stato messo in atto. Infatti, Careri ha nominato sette «Ispettori Ambientali» abilitati ad operare sul territorio con l’obiettivo di arginare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti e di rispetto alle norme inerenti alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali