Politica
CRESCENTINO

Irpef, stipendi e Carnevale: a Sellaro risponde l'assessore Dassano

La polemica è stata sollevata nelle scorse settimane

Irpef, stipendi e Carnevale: a Sellaro risponde l'assessore Dassano
Politica Vercellese, 10 Febbraio 2023 ore 13:30

Irpef, stipendi e Carnevale. Sono questi temi che hanno scatenato le polemiche nei giorni scorsi a Crescentino.

Irpef, stipendi e Carnevale

Irpef, stipendi e Carnevale: sono questi i tre argomenti principali che hanno scatenato la bagarre fuori dal Consiglio comunale. Protagonista di questa polemica è il già candidato a sindaco Salvatore Sellaro.

Sellaro, infatti, è contrario all'aumento dell'Irpef approvato nello scorso bilancio e mantenuto in quello attuale. E' critico nei confronti dello "stipendio" che ogni mese il primo cittadino Vittorio Ferrero. E si è opposto con fermezza al biglietto di ingresso alla sfilata dei carri allegorici in calendario per domenica 12 febbraio.

La lettera dell'assessore Dassano

E dopo settimane di polemiche, di botta e risposta, l'assessore Antonella Dassano ha deciso di pubblicare una lettera. Si rivolge direttamente a Salvatore Sellaro, autore anche di un video pubblicato sui social in risposta a quello postato dal sindaco domenica scorsa.

Il testo della lettera:

Mi spiace perdere un po’ del mio tempo prezioso, che avrei dedicato in modo più intelligente a me o alla nostra comunità; ma dopo aver visionato il ripetitivo video che Sellaro ha registrato nella propria abitazione con l’aiuto informatico e morale del suo fidato amico ( e di altri?) nel soleggiato pomeriggio di lunedì, per rispetto al Sindaco, ai miei colleghi di maggioranza, ai dipendenti Comunali, alle Associazioni, a tutti i crescentinesi, ritengo opportuno chiarire alcune cose: caro Salvatore, ti faccio presente che dal momento in cui ci siamo insediati in Comune, abbiamo garantito assiduamente la nostra presenza, disponibilità e collaborazione al servizio della nostra Città.
Il senso di responsabilità che mi contraddistingue e che le persone hanno apprezzato durante la mia attività lavorativa (insegnamento) ha sorretto tutte le mie scelte; mi sono sentita pienamente coinvolta e nel disinteresse economico più totale, per sostenere le attività in cui ho sempre creduto, nella Scuola, nella Cultura, nel Sociale.
Il mio nuovo ruolo mi ha assorbita completamente, come Donna, come Assessore, come Insegnante e le relazioni che ho instaurato con persone sconosciute e che ho rafforzato con altre, mi hanno arricchita. A volte non sono riuscita a risolvere i problemi, ma collaborando con gli altri componenti dell’Amministrazione, abbiamo cercato di dare solidarietà e soluzioni positive a tanti.
Vorrei ancora precisare che dietro ad ogni scelta assunta c’è un enorme lavoro di equipe; i progetti e le proposte vengono esaminati, discussi da tutti, confrontati: le decisioni non vengono mai prese a cuor leggero, soprattutto quelle che implicano richieste onerose ai cittadini. Se tu leggessi bene, troveresti il GIUSTO che vogliamo perseguire e realizzare.
Quindi concludendo, in Consiglio interviene quasi esclusivamente il Sindaco, perché le proposte avanzate, sono il risultato di lunghe discussioni con tutti. Se poi tu fossi attento avresti notato che ciascuno di noi interviene per quanto riguarda il suo ambito specifico.
Ovviamente, essendo risultata lacunosa l’opposizione, con chi avremmo dovuto discutere in Consiglio?
Inoltre, se non ti fosse ancora chiaro, tutti i componenti la Giunta compreso il Sindaco, hanno autoridotto le proprie indennità. Se ti interessa sapere le percentuali, informati.
Inoltre, e mi sembra doveroso precisarlo, utilizziamo i nostri soldi per pagare i pranzi o le cene di rappresentanza e per tante altre cose.
Aggiungo che mi sono sentita particolarmente offesa in quanto ti ribadisco che i miei alti ideali di coscienza civile e morale, i valori che ho sempre cercato di trasmettere con il mio esempio, non sono svaniti, anzi.
Ti chiedo di smetterla insieme ai tuoi amici di approfittare della fragilità delle tante persone che hanno vissuto e sperimentato sulle proprie spalle il faticoso periodo del Covid, fragilità psichiche, fisiche, economiche. Voi state creando nelle persone disorientamento, le illudete vanamente, insinuate dei dubbi molto gravi nei confronti delle Istituzioni , creando un brutto clima.
Proprio in un momento in cui avremmo tutti bisogno di armonia.
Io non ti sfido, ma ricordati che ti diffido se continui a insultare le persone, disprezzando lo sforzo ed il lavoro che compiono.
PS Se tu ed i tuoi due amici non riuscite a trovare 5 euro a testa per vedere il Carnevale, potrei anche offrirvi io l’ingresso. Fatemi sapere.

Seguici sui nostri canali