A TORRAZZA

La minoranza difende i commercianti: “Sconti più alti”

Ma l'Amministrazione ha deciso per una riduzione del 25%.

La minoranza difende i commercianti: “Sconti più alti”
Chivasso, 17 Agosto 2020 ore 08:31

La minoranza di Torrazza Piemonte difende i suoi commercianti: “Sconti più alti sulla tassa rifiuti”. Ma l’Amministrazione ha deciso per una riduzione del 25%.

Sconti sulla Tari per i commercianti

L’Amministrazione guidata dal sindaco Massimo Rozzino, come già annunciato, ha proposto uno sgravio sulla Tari del 25 per cento per tutte quelle attività che sono rimaste chiuse per il lockdown.
«Si tratta di uno sconto importante – ha spiegato Rozzino – Abbiamo abbattuto 4 mesi di tassa praticamente. Inoltre, abbiamo dato la possibilità di effettuare i pagamenti rateizzati perché comprendiamo le difficoltà del momento. Inoltre, le tariffe resteranno valide per il triennio, dunque nemmeno in questa operazione abbiamo aumentato il tributo».

La minoranza pretendeva di più

Di questa scelta non è convito il consigliere d’opposizione Luigi Corna: «Nell’ultimo consiglio comunale avevamo proposto di utilizzare parte dell’avanzo di Amministrazione per abbattere la Tari in maniera totale, non limitandosi solamente ad una riduzione del 25 per cento.
Noi volevamo delle agevolazioni più massicce per aiutare i piccoli commercianti, ci sono Comuni che hanno investito anche 300 mila euro per aiutare il settore. Per togliere la tassa rifiuti a tutti, anche ai cittadini. Invece voi avete scelto di destinare a questi aiuti soltanto 18 mila euro: è una somma veramente esigua visto che l’avanzo di amministrazione risulta invece essere superiore ai 200 mila euro. Mi aspettavo uno sforzo maggiore da questa maggioranza consiliare , sforzo che invece non si è visto. Il Comune di Strambino, solo per fare un esempio, ha rinunciato alla ristrutturazione di un immobile per aiutare la sua popolazione. Se volevamo veramente aiutare il paese bisognava solo aumentare l’aliquota di riduzione della tassa cosa che invece non è stata attuata».
Sulla questione di Strambino però il sindaco Massino Rozzino replica prontamente: «La delibera comunale che lei cita relativa al Comune di Strambino è precedente all’emergenza Covid-19, dunque nulla a che vedere con questa emergenza sanitaria.
Per quanto riguarda l’impegno economico, invece, abbiamo stanziato 18 mila euro perché questo è il totale degli sgravi vista l’aliquota di sconto del 25 per cento, se ci fossero state più imprese o aziende con importi più sostanziosi, certamente il nostro impegno sarebbe stato maggiore. La nostra volontà è stata quella di sgravare da questa tassa le attività per i mesi di chiusura più un ulteriore mese per aiutarli nella ripartenza».

Opposizione vota contro

Il punto naturalmente ha ottenuto il via libera da parte della maggioranza. Ad opporsi al provvedimento sono stati Corna, Rocco Muscedra e Marinella Bracco.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità