Politica
BRANDIZZO

Mano tesa ai fragili, stanziati 30 mila euro

Nel corso dell’ultimo Consiglio comunale si è proceduto con l’approvazione di una variazione di Bilancio.

Mano tesa ai fragili, stanziati 30 mila euro
Politica Chivasso, 05 Novembre 2022 ore 06:31

«Sono orgoglioso di aver messo, da quando sindaco, al primo posto dell'agenda comunale i cittadini più fragili e bisognosi e così continuerò a fare sino al 2024. Una Comunità civile, sana, coesa parte, secondo me, da questi principi» Con queste parole il primo cittadino Paolo Bodoni commenta la variazione di bilancio approvata nell’ultima seduta comunale di mercoledì 26 ottobre.

Mano tesa ai fragili, stanziati 30 mila euro

«Il Consiglio Comunale ha deliberato una variazione di bilancio importante, fondamentale e veramente utile a chi è in difficoltà. - dice Bodoni -Le risorse del Fondo di Solidarietà Comunale, pari a euro 30.344,52 euro da destinarsi alle famiglie brandizzesi fragili, in difficoltà economica e in presenza di minori, disabili o anziani, e comunque per questi cittadini, sono state suddivise in 5 voci specifiche: 3.500 euro per l'assistenza educativa scolastica per alunni disabili brandizzesi (aumentano sempre più le richieste di interventi specialistici dall'Istituto Comprensivo scolastico); 8.000 euro per il servizio di sportello psicologico per gli alunni delle scuola primaria e secondaria di primo grado (il disagio psicologico dei nostri giovani e giovanissimi è in costante aumento); 8.500 euro sono stati trasferiti al Ciss per aiuti economici per il pagamento delle bollette e degli affitti per le famiglie con problemi continenti a difficoltà economiche fragili in difficoltà. Mille euro sono stati impegnati per il progetto «Natale insieme», ideato e svolto nella casa di riposo di Brandizzo con la partecipazione delle scuole dell'Infanzia del paese. E’ stata infatti coinvolta la psicomotricista della casa di riposo Piccola Lourdes.
Infine 9.344,52 euro sono stati stanziati per il progetto «Un pacco per amico», si tratta di aiuti alimentari per gli anziani ultra ottantenni che ad oggi sono 532».

Una donazione alla Croce Rossa

Nel corso della seduta è stata accettata la donazione di un anonimo benefattore per la realizzazione della nuova sede della Croce Rossa. «Attendiamo l’ok da parte della Croce Rossa di Chivasso - dice Bodoni - che per l’ inizio del 2023 stanzieranno dei fondi per la realizzazione di quest’opera che sorgerà dietro al centro medico di via Salerno. L’opera è aumentata di 120 mila euro rispetto al progetto iniziale, questo a causa della lievitazione dei costi. L’opera ad oggi ha un costo di 520 mila euro.
Tutto procede, i componenti della Croce Rossa dio Chivasso, nella figura del presidente Bruno Bordano, crede in quest’opera e noi con loro. L’aumento dei costi per realizzare l’opera sarà preso in carico dal bilancio comunale».

Seguici sui nostri canali