Idee & Consigli
Sponsorizzato

Giovani e lavoro, Tecnocasa aiuta le famiglie

Una proposta che fa riflettere: «Avete mai pensato di proporre figli o nipoti come futuri agenti immobiliari? È un lavoro che sa dare soddisfazioni»

Giovani e lavoro, Tecnocasa aiuta le famiglie
Idee & Consigli 09 Maggio 2022 ore 07:00

Il rapporto fra giovani e lavoro, specialmente nel nostro paese, è quanto di più delicato ci possa essere. Proprio per questo motivo Tecnocasa, e in particolare l’agenzia di Cigliano guidata da Mattia Pietrosino, ha scelto di rivolgersi alle famiglie: ovvero a genitori, nonni, zii, cugini e parenti vari. Sensibilizzare loro per andare ad attrarre i giovani, coloro i quali hanno le forze e la capacità di impegnarsi in storie ancora tutte da scrivere. La proposta è di quelle che fanno riflettere: «Avete mai pensato di proporre figli o nipoti come futuri agenti immobiliari?». Il colosso italiano nel settore della compravendita immobiliare è costantemente alla ricerca di forze fresche: nel 2021, soltanto nella regione Piemonte, si sono registrati poco più di un centinaio di nuovi ingressi. E il 2022 sta leggermente migliorando questo trend: nei primi quattro mesi dell’anno negli uffici della nostra regione sono entrate 34 nuove persone.

Giovani e lavoro: la questione NEET

Facciamo un passo indietro: in Italia, secondo i dati Istat 2021, sono stimati oltre 2 milioni di NEET. Si tratta di ragazzi e ragazze che non studiano e non lavorano, un triste fenomeno che interessa il 24% dei giovani. E purtroppo parliamo di un numero in crescita rispetto al 2020: più di 97mila ragazzi nell’ultimo anno sono usciti da percorsi lavorativi o di studio. Si tratta dal dato peggiore in Europa, dopo solo Turchia, Montenegro e Macedonia. Non è così raro avere in famiglia un ragazzo o una ragazza che sta attraversando questa condizione che non porta benefici: perché allora non proporre loro un percorso di crescita in Tecnocasa? Perché non spronarli a specializzarsi in una professione, come quella di agente immobiliare, che se perseguita con impegno è in grado di portare belle soddisfazioni?

Un invito aperto a tutti

L’invito è aperto a tutti, specialmente a ragazze e ragazzi con un’età che va dai 20 ai 30-35 anni, anche senza esperienza. Purché siano patentati, automuniti e in possesso di un diploma di scuola superiore. Una cosa è certa: piuttosto che restare inattivi tutto il giorno, è meglio impegnarsi in un’attività concreta, in un lavoro che porta a confrontarsi di persona quotidianamente con le persone. E accantonare videogiochi, uscite con gli amici e chi più ne ha più ne metta, al tempo libero. Come si diceva una volta sull'argomento "giovani e lavoro": «Lavorare tiene anche lontani dai pericoli».

Una professione che sa appassionare

L’appello non si rivolge soltanto a chi è alle prese con giovani che non studiano e non lavorano: provate a riflettere sulla vita dei ragazzi che stanno intorno a voi, potrebbe essere migliore? Avete mai pensato di proporre loro una possibilità di crescita? Tanti potrebbero essere impegnati part-time, oppure stagionalmente. Oppure ancora soltanto nel weekend. Quella dell’agente immobiliare è una professione a tempo pieno, capace di appassionare chi la sceglie, generando al tempo stesso ottime gratificazioni, sia dal punto di vista economico che professionale. «Il lavoro permette di sviluppare una certa disciplina, ti offre la possibilità di cambiare stile di vita - ha affermato Mattia Pietrosino - e soprattutto se fatto con passione diventa leggero, permette di affrontare le giornate con entusiasmo e queste voleranno via veloci».

Tempi rapidi in una nuova agenzia

Oltre alla ricerca di figure da inserire in agenzia, Tecnocasa di Cigliano, insieme a quella di Crescentino di Alessandro Tonon, hanno ottenuto un’opzione per andare ad aprire una nuova struttura, pronta ad occuparsi di intermediazione immobiliare e servizi per gli immobili industriali e commerciali. Ciò significa ulteriori opportunità per chi cerca lavoro: aprendo un nuovo ufficio si rendono disponibili posti di responsabilità. Continua Mattia Pietrosino: «Se un giovane entra in un nuovo ufficio, fra un anno sarà diverso, avrà acquisita già una buona dose di esperienza. All’interno di una nuova realtà la crescita personale e professionale sarà sicuramente più rapida. Si farà dunque un’escalation più veloce nel proprio lavoro». A tal proposito è bene ricordare che per il nuovo ufficio che aprirà entro la fine del 2022 serviranno professionisti specializzati, o pronti a specializzarsi, nella compravendita di negozi, capannoni, fabbriche e stabili industriali.

Informazione Pubblicitaria

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter