Idee & Consigli

Oscilloscopi analogici o digitali: differenze e principali vantaggi di entrambe le tipologie

Oscilloscopi analogici o digitali: differenze e principali vantaggi di entrambe le tipologie
Idee & Consigli Chivasso, 16 Marzo 2021 ore 08:40

La categoria degli strumenti di misura è davvero vasta: rientra in questa grande famiglia anche l'oscilloscopio. Questo strumento viene utilizzato per misurare i segnali elettrici, mostrando sul loro display il relativo grafico che può essere in questo modo elaborato ed analizzato. La rappresentazione permette di visualizzare come il segnale cambia nel tempo.

L'asse verticale del grafico rappresenta la tensione, mentre quella orizzontale rappresenta il tempo: analizzando la forma d'onda è possibile scoprire i valori di picco, la distorsione, la frequenza e le eventuali anomali del segnale misurato. Nel corso del tempo gli oscilloscopi analogici sono stati affiancati dai modelli digitali: le due tipologie presentano caratteristiche e vantaggi differenti.

Caratteristiche e vantaggi degli oscilloscopi analogici

Gli oscilloscopi sono strumenti di facile utilizzo che possono essere sia digitali che analogici. Anche se potrebbero essere considerati ormai superati, questi ultimi sono tutt'ora molto utilizzati. Il motivo della loro resistenza nel tempo è molto semplice: la loro rappresentazione del segnale è molto fedele. Il segnale di ingresso viene inviato direttamente al display, senza subire alcuna elaborazione. Va aggiunto che il loro costo è inferiore rispetto ai prezzi dei modelli digitali.

Inoltre i modelli analogici sono molto facili da utilizzare e spesso si ricorre ad essi quando si devono eseguire delle analisi non particolarmente complesse, come quelle che possono riguardare, ad esempio, le telecomunicazioni o le applicazioni audio e video. Per questo motivo si trovano ancora nei laboratori di riparazione di TV e radio.

Le proprietà dei modelli digitali

Negli oscilloscopi digitali il segnale misurato viene sottoposto ad un processo di conversione analogico/digitale prima di essere mostrato sul display. Questa particolarità li rende particolarmente adatti per l'analisi dei segnali aperiodici. I modelli digitali sono dotati di una memoria RAM che memorizza la forma d'onda del segnale e di un processore che elabora le rilevazioni per trasformarli in dati utili per l'analisi.

Tra le informazioni mostrate ci possono essere la forma d'onda, l'ampiezza, lo spettro di frequenza ed altri dati. Le rilevazioni vengono mostrate sul display dello strumento, ma esistono modelli che possono essere collegati ad un computer e che quindi permettono di fare le analisi su schermi ben più grandi e comodi. Gli oscilloscopi digitali forse sono meno precisi nella rappresentazione del segnale, però permettono di fare analisi più complesse ed hanno anche delle dimensioni più compatte.

Quale tipologia scegliere?

Dopo aver elencato le caratteristiche ed i vantaggi delle due tipologie, è possibile dire che gli oscilloscopi analogici e quelli digitali non sono in completa concorrenza, anzi, possono essere addirittura considerati strumenti complementari. Per sintetizzare, spesso si dice che i modelli analogici, più semplici ed economici, permettono di visualizzare il segnale, mentre i modelli digitali, più costosi e ricchi di funzioni, permettono di analizzarlo in maniera approfondita.

La distinzione tra oscilloscopi analogici ed oscilloscopi digitali è importantissima ma riduttiva. All'interno delle due categorie infatti si possono trovare tantissimi modelli che si distinguono gli uni dagli altri per una serie di caratteristiche. Il mercato offre una gamma di soluzioni molto ampia e prima di acquistare un oscilloscopio bisogna capire quali sono le proprie esigenze.

Come trovare il modello giusto

Ogni tecnico ha le sue necessità, così come gli hobbisti e gli studenti che si avvicinano a questa tipologia di dispositivo. Per scegliere un modello adatto ai proprio bisogni si devono considerare diversi fattori: tipologia dei segnali da analizzare, larghezza di banda necessaria, numero dei canali e così via.

La sezione del sito di RS Components dedicata agli oscilloscopi è composta da più di mille articoli. Per trovare quello giusto è sufficiente utilizzare i filtri di ricerca, che permettono di selezionare il modello più adatto impostando alcuni parametri. Per ottenere il massimo dal proprio oscilloscopio potrebbe essere utile dotarlo dei giusti accessori: sempre sul catalogo online di RS Components sono disponibili custodie, sonde, adattatori, batterie, cavi e così via.