Scuola
FOGLIZZO

Emergenza asilo nido, il Comune cerca fondi

Sono sempre più frequenti le richieste dei servizi legati all’infanzia che hanno un ruolo fondamentale soprattutto per i genitori che lavorano e non possono accudire i propri bambini.

Emergenza asilo nido, il Comune cerca fondi
Scuola Chivasso, 01 Novembre 2021 ore 11:17

Sono sempre più frequenti le richieste dei servizi legati all’infanzia che hanno un ruolo fondamentale soprattutto per i genitori che lavorano e non possono accudire i propri bambini.

Emergenza asilo nido

Sono sempre più frequenti le richieste dei servizi legati all’infanzia che hanno un ruolo fondamentale soprattutto per i genitori che lavorano e non possono accudire i propri bambini. E’ per questa ragione che, in questi ultimi tempi, il Comune di Foglizzo ha preso in considerazione la possibilità di attivare un asilo nido in paese che possa venire incontro alle giovani famiglie che ne hanno bisogno. Non è però un’impresa facile, considerati non solamente i costi di realizzazione della struttura ma pure quelli di gestione del servizio. Foglizzo non è una grande città come Chivasso e Torino, dunque, il Comune si trova nelle condizioni di reperire a fatica un giusto equilibrio fra la domanda e l’offerta per ciascun servizio erogato in modo da non andare incontro ad eventuali perdite finanziarie. Il primo passo è comunque stato fatto: quello di chiedere finanziamenti esterni per realizzare la struttura.

Il Comune cerca fondi

«Abbiamo partecipato- spiega il sindaco Fulvio Gallenca - a due bandi pubblici rivolti ad attivare servizi per la fascia di età compresa dai 0 ai 6 anni. Siamo in attesa di sapere se abbiamo ottenuto i contributi necessari per realizzare la struttura per queste fasce d’età. Questi bandi sono finalizzati a dare contributi che servano a costruire la struttura, successivamente, subentra la questione della gestione del servizio, molto più complicata da pianificare. Quindi, il Comune può realizzare la struttura, ma non può assumersi le spese per la gestione di questa attività. L’alternativa più fattibile è quella di affidare a cooperative esterne la gestione dell’asilo nido sempre che riescano loro stesse ad avere buona adesione dell’utenza. Comunque, il nostro obiettivo è quello di portare avanti questo progetto». L’asilo nido è un importante tassello pubblico che da sempre manca in paese mentre la scuola dell’infanzia c’è sempre stata. «Numerosi paesi hanno perduto questi servizi destinati alla prima infanzia, non essendo facili da mantenere» conclude Gallenca.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter