a rondissone

Pre e post scuola: «Il costo ora è triplicato»

Dopo il centro estivo ora è a rischio anche questo servizio.

Pre e post scuola: «Il costo ora è triplicato»
Chivasso, 25 Luglio 2020 ore 09:29

Per il servizio pre e post scuola il costo si triplica. Dopo il centro estivo ora è a rischio anche questo servizio che sarà gestito dalla cooperativa Valdocco.

Pre e post scuola, aumentano i costi

Rondissone ha già dovuto rinunciare al centro estivo comunale per via dei costi. Tante le famiglie che, infatti, hanno dovuto rinunciare a questo importante servizio perché la tariffa richiesta era troppo elevata. Per ogni bimbo le famiglie avrebbero dovuto pagare 140 euro al mese, una somma sostanziosa per i genitori che hanno così dovuto trovare una soluzione alternativa. Il motivo di questo aumento? La normativa Covid19, le linee guida molto stringenti che il Governo ha previsto per questo genere di attività.
Una situazione, quella che si è manifestata a giugno che adesso si ripresenta, ma questa volta accade per il servizio di pre e post scuola.

I fatti

«Nei giorni scorsi noi genitori abbiamo ricevuto una lettera – spiegano alcune famiglie – relativa ai servizi scolastici per l’anno che inizierà a settembre.
Quello che subito abbiamo notato e che ha creato alcune perplessità è il costo del servizio pre e post scuola. Infatti, mentre l’anno scorso si pagava 30 euro al mese per il servizio completo, 15 euro se sceglievi solo il pre e 20 per il post, quest’anno la somma totale è di 90 euro. Al mese. Insomma, il costo è triplicato.
A questo aumento molto impegnativo per noi genitori, si aggiunge il fatto che occorre pagare tre mensilità anticipate: ciò vuol dire che a settembre bisognerà fare un bonifico di 270 euro alla cooperativa Valdocco che gestirà il servizio. Ma pensiamo a chi ha due figli: vuol dire 540 euro. Cosa che l’anno passato non succedeva, si pagava la mensilità alla ragazza che offriva il servizio.
Certo, capiamo che il Covid19 abbia imposto regole più rigide, ma noi genitori non ne possiamo pagare le conseguenze. Chi l’anno scorso usufruiva del servizio ora dovrà ragionare bene perché è un costo veramente ingente in un momento così precario.
Inoltre, non c’è data nemmeno la possibilità di pagare il servizio in base al suo utilizzo: c’è chi infatti per via dei turni di lavoro faceva frequentare il pre o il post scuola solo alcuni giorni: perché dovremmo pagare cifra piena per poi usufruire del servizio solo un paio di giorni a settimana?
Inoltre, nel modulo di iscrizione c’è la possibilità di iscriverli solo al pre o solo al post, ma non è indicata una tariffazione diversa da quella totale, è stata una dimenticanza oppure il costo è di 90 euro in tutti i casi?».
Tanti dubbi per i genitori che entro la fine del mese dovranno comunque scegliere se aderire o meno.
Naturalmente, come scritto nella lettera, il servizio sarà attivato solo se sarà raggiunto il numero minimo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità