Sport
SALUGGIA

Dopo il calcio giovanile, parte pure l’hockey su prato

L'attività proposta dal Cus Torino.

Dopo il calcio giovanile, parte pure l’hockey su prato
Sport Vercellese, 03 Settembre 2022 ore 06:51

Nominato assessore allo sport negli ultimi giorni di giugno, Alessandro Momo si è subito messo al lavoro con un obiettivo importante: far ripartire lo sport a Saluggia. Un obiettivo importante perché nel corso degli anni, la comunità aveva perso alcune discipline oltre naturalmente ad aver vissuto le difficoltà legate al Covid19 anche in questo settore.

Sport, le novità

Un obiettivo certamente molto ambizioso quello di Momo che però sta già dando i primi frutti. Come già accennato dal presidente dello Junior Torrazza la scorsa settimana, tra quest’ultima e il Comune di Saluggia c’è un’ottima intesa che porterà alla nascita della scuola calcio nell’impianto di via Ponte Rocca.
«Si tratta di un’iniziativa sperimentale di un anno - spiega Momo - A luglio, infatti, ho avviato un dialogo che ha portato a questo risultato. E ufficiosamente ho già diverse adesioni da parte di famiglie del territorio. Perché bisogna pensare che occorre creare dei poli sportivi, non si può pensare alle piccole realtà del paese.
Ma il calcio può esser un volano per incentivare le attività del paese: perché grazie alla presenza dei bimbi, ci saranno famiglie che vivranno il paese, che prenderanno il caffè, che potranno recarsi negli altri locali e attività».

Insomma, un buon modo per far girare l’economia.

Dopo il calcio giovanile, parte pure l’hockey su prato

Ma non è l’unico sport che è pronto a sbarcare a Saluggia.

«Il Cus Torino ci ha fatto richiesta di utilizzare i nostri impianti sportivi per hockey su prato - spiega Momo - La richiesta nasce dall’interesse che alcuni studenti hanno mostrato l’anno scorso durante un progetto scolastico. Un’attività rivolta agli studenti in età da scuola primaria e media. Dunque, se avranno i numeri per poter avviare l’attività, ecco che avremo anche questa disciplina oltre alle tradizionali alle quali siamo abituati cioè pallavolo, judo, danza, ginnastica ritmica, spinning, yoga, pilates, atletica e l’attività motoria proposta da Franco Barbero.
Inoltre, proprio per dar lustro alle attività e dar loro la possibilità di raccogliere le adesioni, abbiamo deciso di dedicare a loro piazza Donato domenica 4 settembre, cioè durante la Festa Patronale. Lì potranno presentare le proprie attività».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter