Sport
LE SCELTE

La Chivasso, in campo Germani con ex dirigenti della Serie A

Intanto Andrea Bucci ha proposto un'iniziativa popolare per far ripartire questa società.

La Chivasso, in campo Germani con ex dirigenti della Serie A
Sport Chivasso, 07 Novembre 2021 ore 06:10

Spunta anche il nome di Fabio Germani tra coloro che potrebbero contribuire a far rinascere il calcio chivassese dopo la scomparsa del La Chivasso avvenuta circa un mese fa. L’attivismo del tifoso juventino, ex ultrà bianconero, rappresenta un ulteriore colpo di scena in questa stagione caotica come non mai dalle parti del «Pastore».

La Chivasso, in campo Germani con ex dirigenti della Serie A

Spunta anche il nome di Fabio Germani tra coloro che potrebbero contribuire a far rinascere il calcio chivassese dopo la scomparsa del La Chivasso avvenuta circa un mese fa. L’attivismo del tifoso juventino, ex ultrà bianconero, rappresenta un ulteriore colpo di scena in questa stagione caotica come non mai dalle parti del «Pastore». Non è ovviamente un’idea in solitaria quella di Germani per far rinascere il calcio cittadino. Al suo fianco ci sarebbero anche importanti personalità già conosciute nel mondo del calcio di vari livelli, nonché un ex dirigente di primissimo livello di un club di Serie A del capoluogo torinese. Si parla anche di un’azienda dolciaria che potrebbe appoggiare il progetto. In ogni caso non si tratterebbe di una cosa calata dall’alto, ma di un’operazione che andrebbe condivisa con il territorio. Nell’idea di Germani c’è infatti il tanto decantato «azionariato popolare» che dovrebbe consentire ai fautori della rinascita del calcio locale di avere una base in città e di partire con il benestare degli appassionati di «cose biancorosse» e degli amministratori cittadini. «Basta parlarsi e si può fare tutto. ma è necessario prima capire se il progetto può piacere o meno» è il motto di Germani.

L'azionariato popolare di Bucci

A proposito di «azionariato popolare». Un’iniziativa di questo tipo parte anche da Andrea Bucci, ex giocatore del La Chivasso fino alle giovanili, nonché figlio di Mario Bucci, figura qualificante del calcio chivassese viste le sue innumerevoli presenze in campo in maglia biancorossa. Anche qui si cerca l’apporto di chi in città ha la passione per il La Chivasso. È stato creato il gruppo su Facebook «Azionariato popolare per salvare il La Chivasso» e l’invito a prendervi parte è rivolto alla cittadinanza: «Questo gruppo è stato creato per non far sparire il calcio a Chivasso. La mia idea è rivolta a tutti quanti: ex giocatori, ex allenatori, ex presidenti, ex dirigenti e anche simpatizzanti. Basta un piccolo contributo per aderire al progetto e provare a non far morire una società che ha 102 anni di storia. Ogni persona potrà decidere l’entità del contributo e così si potrà iscrivere la nuova società già dal prossimo campionato. Come sarà composto il nuovo direttivo? Il presidente verrà eletto dai soci con una votazione e nella maniera più democratica possibile. A quel punto il nuovo presidente sceglierà la sua squadra di collaboratori». Inizia dunque a muoversi qualcosa, nonostante sia ancora molto presto per vedere la luce nel tunnel biancorosso.