Tempo libero
AGENDA

Cosa fare nel Chivassese e Vercellese nel weekend della Liberazione: gli eventi del 23, 24 e 25 aprile 2022

Domenica 24 aprile il tradizionale mercato dell’antiquariato si terrà al Foro Boario a partire dalle ore 8 fino alle ore 19.

Cosa fare nel Chivassese e Vercellese nel weekend della Liberazione: gli eventi del 23, 24 e 25 aprile 2022
Tempo libero Chivasso, 21 Aprile 2022 ore 09:59

Cosa fare nel Chivassese e Vercellese nel weekend della Liberazione: gli eventi del 23, 24 e 25 aprile 2022.

Merca’ d’La Tola

Se siete alla ricerca dell’oggetto introvabile, dei mobili dei nonni, di pezzi di vero antiquariato, oppure di oggettistica degli anni passati a Chivasso potreste trovarli.
Infatti, dopo l’esordio di febbraio e la grande partecipazione di espositori a marzo, come ogni quarta domenica del mese torna a Chivasso il Merca’ d’La Tola.
Domenica 24 aprile il tradizionale mercato dell’antiquariato si terrà al Foro Boario a partire dalle ore 8 fino alle ore 19. L’esposizione ospiterà titolari di licenza per il commercio su aree pubbliche ma anche operatori che non esercitano l’attività commerciale in modo professionale e che vendono a consumatori in modo del tutto sporadico e occasionale antiquariato, oggetti da collezione, vintage, restauro e di natura creativa in ambito di riuso e riciclo.

Festa della Liberazione

Il Comune di Chivasso si prepara a celebrare il 25 Aprile, 77° anniversario della Liberazione, con una serie di iniziative organizzate con le associazioni del territorio.
Mercoledì 20 aprile, alle 20,4, al Teatrino Civico proiezione del film documentario «Bella Ciao», diretto da Giulia Giapponesi. Il film sarà presentato da Cesare Borrometi. Venerdì 22, sempre al Teatrino, alle 20.45 si parlerà dell’eccidio della Cascina Baudina. Incontro pubblico con Carlo Bosco, autore del romanzo «La collina si tinse di rosso» e Claudio Anselmo, storico, che parlerà del contesto in cui si consumò la tragedia e degli atti processuali inerenti alla Brigata Nera di Chivasso, artefice e complice di numerosi atti delittuosi. Introduzione a cura di Vinicio Milani dell’Anpi. Sabato 23, alle 10.30, al MoMe inaugurazione della mostra storica sull’antifascismo e la Liberazione, visitabile fino al 5 maggio. Lunedì 25, alle 8.30 ritrovo a Castelrosso in piazza Assunta e posa corone a Monumento ai Caduti, lapide Leandro Savia (scuola elementare), Parco della Rimembranza e Monumento Caduti senza Croce. Coordinamento del Gruppo Alpini di Castelrosso e accompagnamento a cura della Filarmonica di Castelrosso. Alle 10, Santa Messa in Duomo a Chivasso e alle 11 ritrovo e partenza del corteo da piazza d’Armi.
Posa corona ai monumenti e alle lapidi delle associazioni d’Arma, ai Caduti di tutte le Guerre, ai Caduti per la Libertà, ai Ferrovieri Caduti, ai Partigiani Fratelli Molinaro, ai Caduti Italiani, al Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, ai Caduti Polacchi e ai Caduti Senza Croce.
Alle 12, commemorazione Ufficiale presso la Sala del Consiglio Comunale. Coordinamento a cura dell’Associazione Nazionale Carabinieri e accompagnamento della Società Filarmonica Città di Chivasso.

Festa dei coscritti

Tre serate di musica per festeggiare i coscritti di Castelrosso delle annate 2003 e 2004. I protagonisti sono Giorgia Lusso, Margherita Ghiosso, Elena Crocco, Greta Nocita, Luca Santa, Mattia Nocita, Denis Gianotta, del 2003, e Sonia Daniele, Chiara Milazzo, Giulia Frangiosa, Alina Spinu, Martina Perello, Sara Maugeri, Valentina Pallone, Jacopo de Giorgi, Kevin Randazzo, Matteo Bongiovanni, Alessandro Nosti, Stefano Frisardi, Alessio Virgilio, Samuele Pansino e Nicolo Maccioni per la leva del 2004. Le serate di festa sono in programma per il prossimo fine settimana: venerdì 22 aprile in piazza Assunta a Castelrosso l’intrattenimento sarà a cura di Jack’s Brothers e Paco Wegmann, sabato 23 aprile di Stephanic e la festa si chiuderà domenica 24 aprile con «#Insanity, il party ignorante».
Per le informazioni relative agli eventi si potrà fare riferimento a Sonia, al numero telefonico 388-0935774.

Via Lucis

Si terrà alle 14.30 di domenica 24 aprile, con partenza da via Mezzano (lato canale Cavour), la «Via Lucis» organizzata dalla parrocchia di Verolengo guidata da don Valerio d’Amico. Si tratta di una «pia pratica che caratterizza il tempo di Pasqua, diffusa in tempi recenti e conformata al modello della via crucis quaresimale. Come quest'ultima rappresenta il momento più alto di tutta la meditazione del primo momento della Pasqua, la Passione, così la «Via Lucis» intende mediare efficacemente la comprensione vitale dei fedeli del secondo momento della Pasqua, la Risurrezione.
La «Via Lucis» si concluderà al Santuario della Madonnina, dove alle 17 sarà celebrata la Santa Una stazione della via Lucis è prevista al cimitero di Castelrosso intorno alle 15.50, e nella chiesa parrocchiale di Verolengo verso le 16.30.

25 Aprile a Crescentino

La città di Crescentino si prepara a commemorare il 77esimo anniversario della liberazione italiana dal nazifascismo. Un programma ricco di momenti quello voluto dal sindaco Vittorio Ferrero che prevede lunedì 25 aprile, alle 9,45, nella Sala del Consiglio comunale la presentazione del volume "Storie di Crescentino. Persone e fatti della Seconda Guerra Mondiale" realizzato dall’Anpi Sezione di Crescentino e dagli studenti dell’Istituto Superiore Piero Calamandrei.
Alle 10, poi, il ritrovo in piazza Caretto per il corteo con la partecipazione della Banda musicale "Luigi Arditi". Alle 10,30, al Monumento ai Caduti, la deposizione della corona d'alloro a seguire momento di raccoglimento ai cippi dedicati ai partigiani. Alle 11, in Chiesa Parrocchiale dell'Assunta Santa Messa, la Santa Messa con la partecipazione delle Autorità Civili e Militari. La cittadinanza è invitata a partecipare ed a esporre il tricolore.

Degno di nota anche il programma dell'Anpi.

Festa in parrocchia

Quest’anno il 25 Aprile assume per la comunità un duplice valore, oltre al consueto appuntamento annuale, si festeggiano i 500 anni della Chiesa Parrocchiale. Il programma prevede alle 10.30 la celebrazione della Messa presieduta da Monsignor Edoardo Aldo Cerrato , Vescovo di Ivrea. A seguire rinfresco presso il cortile del Palazzo Valperga di Masino. Alle 16 raduno delle Autorità civili, religiose e militari e della Banda del Comune di Caluso in piazza Valperga Masino per rendere omaggio ai caduti di tutte le guerre sia nel capoluogo che nelle Frazioni (previsto servizio pullman). La manifestazione si concluderà alle 19 presso il Monumento ai caduti in via Roma con l’intervento del sindaco Maria Rosa Cena, del presidente Anpi Marilena Pedrotti e letture da parti degli allievi delle scuole locali.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter