Eventi
i programmi

Cosa fare nel Chivassese e Vercellese: gli eventi del weekend (3 e 4 settembre 2022)

Tutto pronto per la prima edizione del carnevale estivo a Chivasso.

Cosa fare nel Chivassese e Vercellese: gli eventi del weekend (3 e 4 settembre 2022)
Eventi Chivasso, 01 Settembre 2022 ore 10:59

Cosa fare nel Chivassese e Vercellese, ecco tutti gli appuntamenti del lungo fine settimane.

Patronale Beato Angelo Carletti

Ancora tanti appuntamenti in occasione della Patronale dedicata al Beato Angelo Carletti di Chivasso.

Venerdì 2 settembre alle 21 in piazza Generale Carlo Alberto dalla Chiesa The «Queen Tribute» - Italian Rhapsody per rivivere i grandi successi dei Queen, ricreando emozioni e suggestioni con uno spettacolo live. Sarà nuovamente presente il servizio bar durante lo spettacolo.
Sabato 3 settembre dalle 19.30 la festa si sposta nel Foro Boario, lungo Piazza d’Armi, dove si terrà lo Street Food (cibo di strada), apericena e cena in piazza per, poi proseguire alle 21 con «Agricola Beach Party», un appuntamento imperdibile in collaborazione con Il Lido 2.0 all’insegna della musica, dello Street food e molto altro. A fine evento sarà operativo il servizio bar. Per concludere la serata, alle 23 in piazza d’Armi, lato sud di fronte al campo sportivo Pastore, ci sarà uno spettacolo piromusicale: fuochi d’artificio che vengono lanciati a ritmo di musica in un perfetto sincronismo per vivere un momento ricco di emozioni.
Domenica 4 settembre dalle 17.30 si terrà la prima edizione del Carlevè d’Istà, grande sfilata per le vie del centro di gruppi mascherati, carri allegorici, bande musicali, street band, cariocas brasiliane e tante maschere ospiti con la partecipazione della Bela Tolera e l’Abbà 2020 insieme alla corte.

Settembre Praiettese

È in arrivo la 43esima edizione del Settembre Praiettese: dopo un anno di stop si tratta di un grande ritorno per tutta la città di Crescentino. Piazza Garibaldi si vestirà a festa per due weekend: si parte addirittura giovedì 1, continuando poi venerdì 2, sabato 3 e domenica 4 settembre. La manifestazione ripartirà poi nel fine settimana successivo, ovvero da venerdì 9 a domenica 11 settembre. Tantissime le proposte in programma, andiamo a scoprirle giornata per giornata, ricordando che l’ingresso è sempre libero (per informazioni chiamare il 370.3273305).

Venerdì 2 settembre: l’appuntamento è con «50 anni di passione granata»: il Torino Club locale festeggia mezzo secolo di vita con una cena a base di panissa e fritto misto alla piemontese con ben 16-17 pezzature. Il pasto in piazza Garibaldi è aperto a tutti, su prenotazione (chiuderanno proprio questa sera). Non mancheranno la musica dal vivo e la presenza di qualche vecchia gloria granata.

Sabato 3 settembre: scocca l’ora della 32esima Sagra del Pesce, fiore all’occhiello dell’intera manifestazione: alle 19 aprirà lo stand gastronomico coperto e inizieranno ad essere preparati piatti come il fritto di pesce, la grigliata, antipasti di mare, pasta allo scoglio e tanto altro. Qualcuno potrebbe ricordarsi la mitica padella del diametro di 4 metri: ora è andata in pensione per motivi legati alla sicurezza, ma è sempre esposta in cucina in ricordo dei vecchi tempi. In serata, dalle 21.30, grande appuntamento con la Explosion Band, per uno spettacolo coinvolgente e pieno di energia.

Domenica 4 settembre: prosegue la Sagra del Pesce, con lo stand gastronomico all’opera sia a pranzo (dalle 12) che a cena (dalle 19). In mattinata è previsto il raduno delle Fiat 500 storiche, organizzato dall’officina Bordignon di Crescentino, con conseguente giro panoramico lungo le colline e ritorno per pranzo in piazza Garibaldi. Il protagonista della serata sarà il liscio: dalle 21.30 spazio all’orchestra spettacolo di Daniele Cordani.

San Grato a Vallo

Ormai ci siamo, è tutto pronto per San Grato 2022: dopo due anni di stop a causa della pandemia si torna a far festa anche a Vallo di Caluso. L’appuntamento da non perdere è in programma da venerdì 2 a domenica 4 settembre: ad organizzare è di nuovo la Pro Loco locale e a presentare la manifestazione è il suo presidente Raffaele Suppo.
Il venerdì sera è il momento principale dedicato ai giovani: per cena ecco hamburger di Fassona da 150 grammi (ma non mancheranno piatti per vegetariani, vegani e persino il pane senza glutine), quindi spazio allo Spritz Party e ai cocktail del Bar Gigi. Dalle 22 ci si scatena con la musica: previsto il Dj-Set Just 4 Deejays.
Il giorno seguente, sabato 3 settembre, scocca l’ora della tradizionale carne sulla pietra, grande specialità della festa. Non mancheranno anche in questo caso le alternative, così come i cocktail del Bar Gigi. La serata vedrà protagonisti i Discordia, per un disco, rock, revival live show, assolutamente da non perdere. Domenica 4 settembre sarà una giornata piena: si comincia alle ore 10 con la Santa Messa in onore di San Grato, per poi proseguire alle 13 con il pranzo in collaborazione con L’angolo delle Luli. Attenzione: è su prenotazione (Marco 340.9249530 e Fabio 331.2828155). Il pomeriggio prosegue con i giochi di gruppo per le vie del paese (ore 16), mentre in serata la specialità proposta è la Panissa (sempre su prenotazione). Nessun problema per chi non la gradisce: per l’occasione ci sarà anche la pizza. Gran finale affidato a Loris Gallo e alla serata dj «Non solo musica».

Cocco... wine

È già passato un anno ed è di nuovo il momento di Cocco… Wine. A Cocconato d’Asti ritorna il tradizionale appuntamento promosso da Go Wine, d’intesa con il Comune di Cocconato e con il Consorzio Cocconato Riviera del Monferrato.
L’edizione 2022 è la numero ventuno, per quello che ormai è uno degli eventi enogastronomici più sfiziosi e frequentati in Piemonte. La manifestazione prenderà il via venerdì 2 settembre con la giornata di anteprima, per poi iniziare ufficialmente sabato 3 e proseguire domenica 4 settembre.
In entrambe le giornate Cocconato si trasformerà in una virtuale strada del vino, in cui alternare gli assaggi dei vini ai prodotti tipici del territorio, popolando il centro storico del paese e ospitando le cantine di Cocconato e del Monferrato. Di seguito ecco il calendario completo di Cocco Wine.

Venerdì 2 settembre: alle 18.30 degustazione guidata di approfondimento en primeur dedicata all’annata 2021 della Barbera d’Asti di Cocconato e ai suoli di questa area del Monferrato. Il momento sarà riproposto anche il sabato e la domenica (orario 17-20); Alle 20 il Salotto di Cocconato in Piazza Cavour presso la Cantina del Ponte. Il Salotto rappresenta un momento dedicato alla tavola con i sapori e i vini delle cantine di Cocconato. Ogni cantina di Cocconato presenterà un vino del cuore in una speciale enoteca. I vini si potranno abbinare a piatti studiati per l’occasione da ristoratori di Cocconato. La serata si svolgerà su due turni: ore 20 e 21.30.

Sabato 3 settembre (dalle 17 alle 24, chiusura casse ore 22) e domenica 4 settembre (dalle 15 alle 20): apertura banco d’assaggio di Cocco... Wine con protagoniste le cantine di Cocconato e del Monferrato, Due Isole del Vino: «Valle d’Aosta» e «Focus Pinot… bianco, grigio, nero».

Inoltre sono confermati in questa edizione i Percorsi in vigna e in cantina. E in parallelo saranno promossi mini-tour per visitare i vigneti di Cocconato e degustare la Barbera di Cocconato in vigna (durata dell’esperienza circa 75 minuti). Il costo della degustazione per le giornate del 3 e 4 settembre è 13 euro fino al 31 agosto se il ticket è comprato online (in cassa il costo sarà di 15 euro); 10 euro Riduzione Soci Go Wine, Associazioni di Settore. Il 2 settembre il costo sarà di 10 euro (riduzione 8 euro).
Al banco accredito i visitatori riceveranno, oltre al calice di vetro e alla taschina, 8 buoni degustazione di cui 2 riservati alle Isole del vino. Ogni buono darà diritto alla degustazione di vino e dovrà essere consegnato al responsabile del tavolo di degustazione. Qualora si volessero degustare altri vini si potrà acquistare, direttamente alla manifestazione, un altro carnet di degustazione.

Antiqua

Antiqua riparte con i concerti della stagione 2022: l’appuntamento è per domenica 4 settembre, alle ore 21.15 alla chiesa di Santa Maria Maddalena, in piazza Statuto, a Casalborgone. «Il Soffio di Orfeo», ensemble di trombe naturali, organo e timpani dell’Accademia del Ricercare, proporrà «Squilli di fanfare tra Rinascimento e Barocco» (ingresso a 5 euro).

Il programma di questo concerto si apre con il magniloquente preludio del Te Deum di Marc-Antoine Charpentier, brano diventato tra le icone più emblematiche della civiltà musicale barocca e assurto a fama internazionale per essere stato scelto come sigla dell’Eurovisione. Dalla Francia si torna poi in Italia, con la Toccata dell’Orfeo di Claudio Monteverdi, prima opera del grande autore cremonese, che venne messa in scena per la prima volta nel 1607 nell’Accademia degli Invaghiti di Mantova, città che in quel periodo aveva raggiunto l’apice del suo splendore artistico grazie alla munificenza del duca Vincenzo Gonzaga. Dopo l’Imperiale di Girolamo Fantini, compositore e trombettista di Spoleto, che prestò servizio per parecchi anni presso la corte del granduca di Toscana Ferdinando II de’ Medici, si valicheranno le Alpi per approdare in Austria, dove nella seconda metà del XVII secolo operarono Johann Heinrich Schmelzer e Heinrich Ignaz Franz Biber, due straordinari violinisti, che riservarono un occhio di particolare riguardo alla tromba, come si può notare per esempio nella raccolta a stampa Sonatae tam aris quam aulis servientes di Biber. L’itinerario barocco termina con il Concert de trompettes di Michel-Richard de Lalande, compositore molto apprezzato ai suoi tempi, al punto di venire scelto come maestro di musica per due figlie di Luigi XIV, il celebre Re Sole.
Una marcia dai toni marziali di Carl Philipp Emanuel Bach, figlio secondogenito di Johann Sebastian, ci conduce nelle atmosfere romantiche del XIX secolo incarnate dalle esaltanti fanfare per trombe naturali di Sigismund von Neukomm, compositore giramondo che, dopo aver studiato con Franz Joseph Haydn, prestò servizio prima in Svezia e Russia, poi nella Parigi della Restaurazione e infine nella corte brasiliana di Pedro I, e di Antonín Dvorák, capofila del Tardo Romanticismo boemo, passato alla storia per opere di straordinario fascino come la Sinfonia «Dal Nuovo Mondo». Queste opere aprirono alla tromba le porte di un’epoca del tutto nuova.

San Grato a Saluggia

Tutto pronto per la nuova edizione della Festa Patronale di San Grato 2022 organizzata dal Comune di Saluggia.
Un calendario ricco di eventi al quale hanno collaborato anche diverse realtà locali tra cui Vita Tre, l’oratorio Mazzetti, la Famija Salugiina, il Gruppo Ragazzi Sant’Antonino, il Consorzio a tutela del fagiolo di Saluggia, il Canile di Saluggia, l’associazione Alpini e la Banda don Bosco.

La manifestazione, proprio come da tradizione, si aprirà nella serata di venerdì 2 settembre con la gara di pinnacolo a baraonda promossa da Vita Tre che per la prima volta esce dalla sede del sodalizio per svolgersi in piazza Donato (per prenotarsi occorre contattare Marco Formica al numero 347/3671436). A seguire, in piazza del Municipio, Noche Latina con Passion Dance di Mirko Mason.
Sabato 3 settembre, invece, alle 15 prove di canoa al Canale Farini con il Canoa Club Saluggia. Alle 16,30 a Casa Sereno l’inaugurazione della retrospettiva Fransot in collaborazione con Vita Tre. Alle 17 al via Saluggia di sera: negozi, bar e ristoranti aperti, esposizione di artisti saluggesi in via Lusani. Alle 19,30 la panissa del Consorzio in piazza don Pollo mentre alle 21,30 il tributo a Vasco Rosso con Deviazioni spappolate in piazza del Municipio.

Domenica 4 settembre alle 10 la Santa Messa e processione con la banda musicale. Dalle 17 La festa an cuntra granda con negozi, punti ristoro e street food, mercatino e hobbisti, animazione musicale per la via. Alle chiesa di San Bonaventura lo spettacolo A cuore aperto del gruppo Teatro a Canone. Dalle 19,30 assaggio di fagioli gratuito offerto dalla Famija Salugiina in piazza don Pollo. Alle 20, in via Roma, il raduno di auto tuning Piedmont Motors mentre alle 21,30 si ballo con la Shary Band in piazza del Municipio.

San Bonomio

Patronale di San Bonomio a Fontanetto Po. Ricco il programma. La manifestazione si aprirà venerdì 2 settembre, con la presentazione del libro «Il vento della libertà. La missione del Lupo Bianco per l’Ucraina». Alle 21.30, la cover band «Almost right» e la presentazione della società Warriors.

Sabato 3 alle 10.30, a palazzo Ovis, saranno esposti i documenti del «Rinnovamento della chiesa parrocchiale di San Martino». Alle 16.30 il primo Torneo dell’Amicizia. Dalle 21.30, serata musicale con la band «Elemento 90», durante la quale sarà presentata la società ASD Fonta.

Domenica 4 alle 10.15, lungo via Viotti, l’inaugurazione della mostra fotografica e di pittura «Fontanetto Po: come eravamo», con la partecipazione della banda Giovan Battista Biotti diretta da Rino Messineo. Alle 10.30 apre il banco di beneficenza. Alle 11, la Messa. Alle 17 la sfilata delle Miss con acconciature «in musica», a seguire il concerto del gruppo «Gli acquaioli». Alle 22.15, saliranno sul palco gli Stereo Bros e si festeggeranno i coscritti delle Leve 2002, 2003 e 2004.

Fiera a Cigliano

La Festa Patronale di Sant’Emiliano a Cigliano parte con due appuntamenti. Il primo è da segnare il calendario per sabato 3 settembre alle 21.30 quando, alle piscine Jolly Club di Cigliano, si svolgerà la presentazione della stagione sportiva 2022/23 dell’Asd Basket Cigliano.
Il secondo invece è per domenica 4 settembre quando dalle 9 alle 20 si svolgerà la Fiera di Sant’Emiliano, una fiera dedicata all’artigianato, all’agricoltura, all’hobbistica, enogastronomia, commercio e antiquariato lungo i corsi e le piazze di Cigliano che per l’occasione saranno pedonali.
Durante la giornata, inoltre, saranno aperti i negozi, ci saranno punti ristoro oltre che intrattenimenti musicali.
Ci sarà poi un angolo dedicato alle associazioni con banchetti illustrativi ed esibizioni delle diverse discipline. E poi ancora la Pro Loco con frittelle di mela e canestrelli. E alle 15 tutti in piazza per i «giochi dei nonni».

Festa della Birra

Tutto pronto per la sedicesima edizione della «Festa della Birra Manuela e Luca» pro Telethon che si svolgerà da venerdì 2 a domenica 4 settembre presso l’area fieristica. Per i tre giorni si potranno gustare panini, patatine e birra e dalle 21 musica. Venerdì 2 la birreria aprirà alle 19 3 alle 21 musica con «Nogain», sabato 3 la birreria sarà aperta dalle 9 e alle 21 si esibiranno i «Diversamente giovani» e a seguire «Sintesi». Sabato dalle 9 al campo di pallone naturale si svolgerà la quarta edizione del torneo di beer volley «Ciao gladiatore» dedicata a Luca Musu organizzato dagli amici di Luca a favore della ricerca Telethon. Domenica 4 settembre la birreria aprirà alle 19 r alle 21 musica con «Niko» e a seguire «Acustika». Si tratta di un evento benefico che ha preso il via nel 2006 e che in ogni sua edizione ha sempre contato su un gran numero di partecipanti dai giovani ai meno giovani. E anche per la 18esima edizione cresce l’attesa per un appuntamento a cui la comunità brandizzese è molto legata.

San Rocco a Pescarolo

Rione Pescarolo festeggia San Rocco. S’inizia venerdì 2 settembre alle 21 con la fiaccolata con la banda musicale di Caluso e tradizionale «Curenta al Pus» alle 21.30 rinfresco e presentazioni dei priori e Miss Pescarolo 2022 nel padiglione festeggiamenti. Sabato 3 alle 10 risveglio con la banda, priori e la miss per le die del rione, alle 11 Messa nella chiesa di San Rocco e a seguire ci sarà il rinfresco offerto dall’associazione Pscarolese, alle 16.30 giochi per bambini e dalle 19.30 apericena e grigliata (prenotazione obbligatoria) e musica con Dj Alexio. Domenica 4 dalle 15.30 biciclettata e alle 20 polenta e spezzatino con prenotazione obbligatoria. Martedì 6 alle 20.30 sarà recitato il Rosario nella chiesa di San Rocco e alle 21 sarà celebrata la Messa per i defunti del rione nella chiesa di San Rocco.

San Grato a Montanaro

Stanno per finire le feste dei rioni: Borgo San Grato in collaborazione con la Pro Loco e il patrocinio del Comune organizza dal 2 al 5 settembre la festa del borgo nella corte del castello. Venerdì 2 alle 19.30 cena di pesce, alle 21.30 discoteca mobile con Music All Night e Eporadio dj Alex Metticelli. Sabato 3 serata danzante con Antonella Star Band. Domenica 4 alle 10.30 Messa nella cappella del Santo, alle 12 passeggiata con banda musicale sino al castello seguita dal rinfresco. Alle 13 pranzo, alle 21.30 danze con Mimmo Mirabelli. Lunedì 5 serata di paella. Prenotazioni al 349/0946948.

Sagra del Biru

Tre giorni di festa a Marcorengo per la sagra del Biru. S’inizia venerdì 2 settembre alle 19.30 con la Cena dei Biru (anche da asporto) e a seguire tanto musica con Loris Gallo.
Sabato 3 di nuovo Cena del Biru e poi Live Anni 60,70,80, con Rigomagus Band. Domenica 4 settembre alle 10.15 sarà celebrata la Santa Messa in occasione della patronale e alle 11.30 la Pro Loco (organizzatrice dell’evento) invita a brindare per i 20 anni della sagra e i 25 anni della Pro Loco.
Alle 16 sui svolgerà la quarta camminata sui bric con soste culturali in collaborazione con «Amici dei sentieri», un percorso di 9 chilometri per visitare le bellezze di Marcorengo.

Patronale a Castagneto

Prenderà il via venerdì 2 settembre la festa patronale di Castagneto Po. Alle 9.30 ci sarà l’inaugurazione e l’apertura del padiglione gastronomico e la sera proseguirà all’insegna della musica. Sabato 3 alle 17 presso la biblioteca ci sarà la mostra «Viaggi 040922» di Marco Martorelli , alle 20 ci saranno le specialità dello stand gastronomico e a a seguire musica con Fabry dj. Domenica 4 si parte al mattino con la gara di bocce, il mercatino in erba con scambio di giocattoli e truccabimbi. Alle 12.30 sarà la volta del pranzo degli anziani in collaborazione con l’Amministrazione comunale, alle 14.30 torneo di calcio balilla umano e alle 20 aprirà lo stand gastronomico e a seguire musica latino-americana. Lunedì 5 nel pomeriggio si svolgerà il torneo di scopa e alle 21 ci sarà la commedia «Agenzia matrimoniale».

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter