Eventi
L'AGENDA

Cosa fare nel Chivassese e Vercellese: gli eventi del weekend del 18 e 19 settembre

Grande attesa per la Festa dell'Uva di Caluso.

Cosa fare nel Chivassese e Vercellese: gli eventi del weekend del 18 e 19 settembre
Eventi Chivasso, 16 Settembre 2021 ore 08:54

Cosa fare nel Chivassese e Vercellese: gli eventi del weekend del 18 e 19 settembre. Ecco tutti gli appuntamenti.

Festa dell'Uva

Finalmente ci siamo, è tutto pronto per l’88esima edizione della Festa dell’Uva Erbaluce. L’attesa manifestazione è pronta ad animare Caluso e prenderà il via giovedì 16 settembre, per poi continuare fino a domenica 19. Nel mezzo un ricco programma assolutamente da non perdere: andiamo a scoprirlo nel dettaglio.
Prima però deve essere chiaro che, nella serata di sabato e nella giornata di domenica, l’accesso alle vie del centro storico di Caluso sarà consentito ai soggetti muniti di certificazione verde Covid-19. E ancora: preso il padiglione gastronomico adibito agli spettacoli aperti al pubblico al Parco Spurgazzi, l’accesso avverrà con controllo tramite la lettura del QR Code della Certificazione Verde.

Giovedì 16 settembre: la Festa dell’Uva si aprirà nel pomeriggio, alle ore 17 al Parco Spurgazzi: prevista la presentazione degli stand delle associazioni sportive del territorio, dove sarà possibile provare le varie attività. In serata andrà in scena la «Cena dello sportivo», realizzata dalla Pro Loco Caluso al Padiglione Gastronomico del Parco. Alle 21 la serata prosegue con «+SportxTutti», ovvero esibizioni e presentazioni delle associazioni sportive aderenti.

Venerdì 17 settembre: passiamo poi al weekend, che si aprirà con una cena, sempre realizzata dalla Pro Loco al Padiglione Gastronomico. Si chiama «La cena di Rioni e Frazioni» ed è necessaria la prenotazione (348.4054119, entro oggi, mercoledì 15 settembre). In serata, a partire dalle ore 22, intrattenimento musicale con il gruppo «Royal Party Band».

Sabato 18 settembre: programma fitto per il sabato di festa. Si comincia alle 17 con la presentazione del libro «Un viaggio per sognare, mille sogni per Vivere», scritto dal «Progetto Abilito». Avverrà alla tensostruttura di piazza Valperga, con la partecipazione del «Piccolo Carro» di Chiaverano. Alle 19 ecco l’apertura delle «Veje Piole» con i colori di Rioni e Frazioni e in parallelo scoccherà l’ora di «Aperitivi e Cene sotto le Stelle», evento diffuso a cura dei bar e dei ristoranti del centro storico. Sempre dalle 19 spazio anche a «La Cena dell’88esima Festa dell’Uva Erbaluce», realizzata dalla Pro Loco al Parco Spurgazzi: prenotazione obbligatoria, sempre 348.4054119 e da effettuare entro giovedì 16 settembre. Dopo cena, a partire dalle 22, intrattenimento con il varietà «Cabareque Gran Varietè».

Domenica 19 settembre: il programma più corposo non poteva non riguardare la domenica, giornata clou con le iniziative che prenderanno il via al mattino. Dalle 10 alle 19 si terrà la Mostra Mercato e ci saranno i negozi aperti: spazio dunque agli hobbisti, ai prodotti a km0 e agli artigiani, per le vie del centro e nel viale alberato. Lo stesso intervallo temporale vedrà svolgersi la settima edizione della Mostra Mercato DiVino Canavese, la degustazione dei vini del territorio che si terrà in piazza Valperga. C’è spazio anche per il lato religioso, con la Santa Messa delle 10.30 al Parco Spurgazzi, seguita alle 11.30 dagli interventi istituzionali e dalla premiazione del Grappolo d’Oro. Inoltre alle 12 ci sarà la presentazione della Ninfa Albaluce 2021. Alle 12.30 toccherà al brindisi dell’88esima Festa dell’Uva Erbaluce, offerto dall’Enoteca Regionale dei vini della Provincia di Torino. Alle 12.30 di nuovo l’apertura delle «Veje Piole».
Si passa così al pomeriggio: alle 16 è previsto il raduno dei Rioni e delle Frazioni, mentre dalle 19 scoccherà il momento dell’«Apericena dell’88esima Festa dell’Uva Erbaluce», realizzato in collaborazione con L’Angolo delle Luli al Padiglione Gastronomico del Parco Spurgazzi. Attenzione: serve la prenotazione entro venerdì 17 settembre, effettuabile contattando il 339.5637029. Dalle 20 intrattenimento musicale con il gruppo «Four Fried Chickens - Blues Brothers Tribute Band».

Infine non va scordato che da giovedì 16 a domenica 19 settembre al Padiglione Gastronomico sarà attivo il servizio bar. Inoltre l’Enoteca Regionale dei vini della provincia di Torino sarà aperta sabato pomeriggio e domenica. Durante la manifestazione sarà presente il luna park presso l’area mercatale.

Crescentino accoglie il nuovo don

Dopo il trasferimento di Don Edoardo Swiathowski nella comunità di Nespi, ora Crescentino è pronto ad accogliere il suo nuovo sacerdote: don Janusz Konopacki. La cerimonia d’ingresso del nuovo sacerdote, che sarà presieduta dall’Arcivescovo di Vercelli Monsignor Marco Arnolfo, si svolgerà sabato 18 settembre alle 18 nella chiesa parrocchiale della Beata Vergine Assunta. Una funzione alla quale sarà presente l’Amministrazione comunale guidata da sindaco Vittorio Ferrero che ha invitato tutte le associazioni del territorio ad aderire per accogliere al meglio il nuovo sacerdote. Al termine della celebrazione religiosa è stato organizzato un momento conviviale riservato ai rappresentanti della comunità parrocchiale, delle istituzioni cittadini e delle associazioni che si terrà alla trattoria Galli dell’omonima frazione di Crescentino.

Festa dello Sport

Dopo tanti anni di assenza, sabato 18 e domenica 19 settembre ritornerà la «Festa dello sport» a Crescentino. Al centro dell’attenzione sarà il villaggio sportivo tra via Peruzia e via Raffaello, con gli stand delle numerose associazioni sportive crescentinesi e gli impianti aperti pronti ad accogliere atleti e curiosi che vogliano conoscere ed avvicinarsi per la prima volta alle varie discipline sportive. Tennis, calcio, basket, bocce, volley, mountain-bike, ma anche un’esposizione di auto da rally e modellismo. Dalle 16 poi, sul palco allestito di fronte al campo sportivo comunale, esibizione di danza a cura delle associazioni Moondance, Abc Dance ed Ekidna. Domenica 19 settembre spazio agli amanti delle due ruote con «Biciclettando a Crescentino», pedalata amatoriale di circa diciotto chilometri organizzata dal gruppo AngryWheels lungo le strade delle nostre frazioni. Partenza ed arrivo in piazza Garibaldi. Sono previsti punti di ristoro durante il percorso. Obbligo di caschetto per i bambini e fortemente consigliato per gli adulti.

Festa Patronale della Madonnina

Con speranza e con le dovute cautele, il paese di Casalborgone si prepara finalmente alla Festa Patronale della Madonnina, accompagnata alla Sagra della Nocciola.
Il programma della manifestazione si aprirà venerdì 17 settembre con il luna park, mentre sabato 18, alle ore 9.30, prenderà il via una camminata di 5 chilometri tra le nocciole. C’è anche la possibilità di farla in sella ad una e-bike, con guida. Nel pomeriggio alle ore 14 toccherà invece ad una camminata più lunga, circa 10 chilometri sulle colline di Casalborgone, in compagnia di una Guida Escursionistica ambientale della Regione Piemonte. Alle 15.30 ci sarà la possibilità di fare dei giri sui pony per i più piccoli. Alle 16 sarà il turno della camminata per le famiglie, seguita alle 17 dalla possibilità di effettuare lezioni gratuite di Nordic Walking. Alle 19.30 si aprirà lo stand gastronomico presentato dalla Pro Loco in collaborazione con la Spesa in collina (gruppo nato durante il lockdown e costituito da produttori e ristoratori che consegnano a domicilio i prodotti locali) e il Gusto di Luca, il quale ci delizierà con una superba grigliata. Alle 22 previsto un concerto con il gruppo Last Floyd, tributo ai Pink Floyd.
La domenica ci sarà la tradizionale fiera mercato alla quale parteciperanno numerose bancarelle, mentre dalle ore 10 alle 18 sarà possibile fare un volo panoramico in elicottero. Alle ore 10.30 si aprirà il convegno sulla biodiversità quale strumento per valorizzare i prodotti dell’agricoltura, del commercio e del turismo del nostro territorio. Alle 11.15 spazio alla Santa Messa in piazzale Gaiato, a cui seguirà la benedizione degli zaini di scuola a cui sono invitati tutti i bambini. Alle 12.30 si riaprirà nuovamente lo stand gastronomico per gustare le specialità preparate dalla Pro Loco, dalla Spesa in collina e dal Gusto di Luca.