Isola d’Elba - Partire organizzati per le vacanze

Isola d’Elba - Partire organizzati per le vacanze
Tempo libero 06 Luglio 2021 ore 08:34

Partire per una meta tanto sognata è bellissimo, ma farlo in maniera organizzata è ancora meglio.

Pianificare il viaggio, buttare giù una lista di posti da visitare e fare in modo che il soggiorno sia ricco di momenti rilassanti e/o interessanti, ci permette di tornare a casa soddisfatti, con un bagaglio di esperienze e di emozioni da portare con sé nella vita di tutti i giorni.

Ecco quindi che di seguito, vedremo da vicino come raggiungere l’isola, quali città visitare ed in quali spiagge andare a fare il bagno.

Vacanze all’Isola d’Elba – Estate 2021

Con le migliori offerte traghetti per l'Isola d'Elba, è possibile raggiungere questa meta turistica non solo in pochissimo tempo ma anche ad un costo bassissimo. 

Premesso questo, andiamo a vedere nel dettaglio quali città elbane, meritano di essere visitate almeno una volta nella vita.

Portoferraio

Porticciolo chiave, luogo d’approdo di molte barche e ricco di ristorantini tipici, di cui in seguito, andremo a vederne la cucina.

In questo comune è possibile fare visita a Villa S. Martino e Villa dei Mulini, riconducibili alla vita di Napoleone Bonaparte.

Capoliveri

Piena di punti panoramici in cui poter scattare foto mozzafiato o scambiarsi qualche bacio romantico. Le sue strade sono costituite da vicoli molto suggestivi, variopinti e conosciuti come “chiassi”. Tra i luoghi d’interesse culturale da poter visitare troviamo la Pieve Medievale di San Michele, il Forte Focardo ed il Santuario della Madonna delle Grazie.

Porto Azzurro

Conosciuto non solo per il suo mare ma anche per Piazza Matteotti, impreziosita da fontane che spruzzano acqua creando degli spettacoli visivi meravigliosi.

Dal punto di vista storico/religioso è possibile visitare il Santuario della Madonna di Monserrato.

Marina di Campo

Con un litorale molto lungo (circa 1300 metri), questa località è tra le mete balneari più gettonate dell’isola. La sua pineta marittima, permette di trovare refrigerio nelle giornate più calde e le attività come il windsurf, il kajak e le escursioni guidate consentono di divertire anche i turisti più sportivi.

Dove fare il bagno all’Isola d’Elba?

Per quanto riguarda le spiagge più belle dell’Isola d’Elba, invece è possibile rigenerarsi presso Spiaggia Padulella, Spiaggia della Cotaccia, Spiaggia Giardino, Spiaggia Pomonte, Spiaggia di Cavo, Spiaggia Enfola, Spiaggia Felciao e Spiaggia dei Cavoli.

Tutte da scoprire, in quanto ognuna di esse offre scenari diversi, chi più organizzata, sabbiosa e perfetta per le famiglie e chi più selvaggia, per le persone alla ricerca di location wild da esplorare.

Cucina locale dell’Isola d’Elba – Quali sono i piatti tipici?

Un po’ come in tutta la Maremma, anche all’Isola d’Elba è possibile gustare dei piatti tipici locali gustosi, sia dolci che salati.

Nell’assortimento salato è possibile trovare: l’insalata di polpo lesso, il cacciucco, le frittelle del contadino, gli gnocchi con il sugo di piccione, il cinghiale in umido, i funghi fritti, i fagiolini di Sant’Anna in umido, il galletto alla cacciatora e la zuppa di granite, ovvero le lumachine di mare.

Tra i dolci più gettonati invece troviamo la schiaccia briaha e la sportella, tipico dolce pasquale

Per quanto riguarda i vini del posto, possiamo nominare l’Elba bianco, ottimo in abbinamento con piatti di mare, di cui la cucina elbana è ricca.