Colpito da un proiettile: la sparatoria era un’invenzione si trattava di un incidente

Le indagini hanno condotto alla verità: ben diversa da quanto dichiarato.

Colpito da un proiettile: la sparatoria era un’invenzione si trattava di un incidente
01 Giugno 2019 ore 14:50

Un sedicenne, due mesi fa era stato colpito da un proiettile ad una gamba. Era accaduto ad Asti. La versione del giovane era che si trattava di un proiettile vagante esploso durante una sparatoria in un giardino pubblico.

Colpito da un proiettile

Un giovane colpito da un proiettile. Era accaduto il 26 marzo ad Asti. La versione del giovane era che si trattava di un proiettile vagante esploso durante una sparatoria in un giardino pubblico.

Le indagini

Le indagini dei carabinieri hanno portato però ad un’altra conclusione. Infatti, il giovane non era stato colpito da un proiettile vagante in un parco, ma si trattava di un incidente avvenuto tra le mura  domestiche.

La denuncia

Scoperta la verità una famiglia composta da: padre, madre e figlio, è stata denunciata per porto illegale di arma da sparo. Infatti, il 16 enne sarebbe rimasto ferito da uno sparo partito accidentalmente mentre qualcuno stava maneggiando una pistola.

Leggi anche: Sparatoria nel centro della città: ferito un 16enne

Uccide il figlio con un colpo di pistola dopo una lite

La prima versione

La versione del proiettile vagante  non aveva mai convinto gli investigatori.  Nel corso di una perquisizione, nell’appartamento in cui è stata ritrovata l’arma, sono stati sequestrati  anche 1.5 kg di marijuana.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità