A TORINO

Ex vicesindaco indagato per turbativa d’asta

Secondo l’accusa il bando sarebbe stato confezionato su misura in modo che non ci fossero nuovi vincitori, portando alla riconferma di chi già ricopriva quel ruolo.

Ex vicesindaco indagato per turbativa d’asta
Torino, 13 Giugno 2020 ore 05:57

Guido Montanari, ex vicesindaco di Torino, è indagato per turbativa d’asta nell’ambito dell’inchiesta sul bando pubblicato lo scorso anno da Urban Lab per individuare il nuovo direttore dell’ente come riportano i colleghi di PrimaTorino.it.

Indagato per turbativa d’asta

Secondo le ipotesi dall’accusa il bando sarebbe stato confezionato su misura in modo che non ci fossero nuovi vincitori, portando alla riconferma di chi già ricopriva quel ruolo. Le cose andarono effettivamente così. Il pubblico ministero Gianfranco Colace ha notificato un avviso di garanzia per concorso in “turbata libertà del procedimento di scelta del contraente” anche a Elena Dellapiana (presidente dell’associazione e docente del Politecnico voluta da Montanari quando era il vice di Chiara Appendino) e a Marco Demarie (consigliere di Urban Lab e funzionario della Compagnia di San Paolo).

LEGGI ANCHE: Sgombero di uno stabile comunale: tre denunce

Denunce dei partecipanti

A lamentare gravi irregolarità in merito al concorso furono due partecipanti che non vennero selezionati, uno dei quali presentà un esposto in magistratura nelle settimane successive. Nella giornata di ieri, giovedì 11 giugno, i carabinieri hanno eseguito le perquisizioni nelle abitazioni e negli uffici degli indagati, acquisendo smartphone e computer e restituendoli dopo aver fatto una copia forense. Attraverso queste chat si cercherà di fare luce sulla vicenda.

TORNA ALLA HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità