Menu
Cerca
SALUGGIA

Vaccini nelle aziende, il sindacato: “Sorin non ha dato la disponibilità. Vergognoso”

Guasco annuncia anche la presenza di positivi all'interno del polo.

Vaccini nelle aziende, il sindacato: “Sorin non ha dato la disponibilità. Vergognoso”
Cronaca Vercellese, 18 Marzo 2021 ore 09:06

Vaccini nelle aziende, il sindacato attraverso Gigi Guasco commenta: “Sorin non ha dato la disponibilità per farli nel polo di Saluggia. Vergognoso”.

Vaccini nelle aziende

In queste ore, molte aziende stanno dando la disponibilità per sottoporre il personale alla vaccinazione Covid19. Una scelta che porta la firma del Governo Draghi e delle realtà di Confindustria regionali che hanno deciso di aderire a questa iniziativa così da poter uscire il prima possibile dalla pandemia che da un anno, ormai, ha messo in crisi tutti i settori.

“Sorin non ha dato la disponibilità. Vergognoso”

Il primo ad intervenire sul tema che tocca anche il Vercellese, e più precisamente il polo Sorin di Saluggia è Gigi Guasco, sindacalista Uil che spiega:

Sono allibito e profondamente arrabbiato!
In questo momento sto ascoltando un Ministro della Repubblica che annuncia un accordo con Confindustria per quel che riguarda la disponibilità delle aziende ad effettuare all’interno delle stesse le vaccinazioni per il Covid!

Evidentemente il Vercellese, e Saluggia, non fanno parte di questo Paese chiamato Italia! Sorin non ha dato ad oggi alcuna disponibilità a mettere a disposizione le proprie strutture per garantire la massima sicurezza dei lavoratori, ma non c’è limite al peggio. LivaNova, al cui interno si sono registrati in due mesi dei dipendenti positivi, ha voluto ottenere un primato vergognoso. La Rsu, visto l’aumento dei casi, ha richiesto alla direzione di utilizzare la cassa integrazione per cessare la produzione e garantire la massima sicurezza dei lavoratori. Un folle vergognoso rifiuto dell’azienda che ritiene evidentemente questi casi un’inezia.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli