Cronaca
Covid19

Zona rossa con una legge, Draghi dice basta ai DPCM

Un netto cambio di rotta annunciato dal ministro Mariastella Gelmini.

Zona rossa con una legge, Draghi dice basta ai DPCM
Cronaca Chivasso, 12 Marzo 2021 ore 10:47

Zona rossa con una legge, Draghi dice basta ai DPCM.

Zona rossa con una legge, Draghi dice basta ai DPCM

"Subito dopo questo incontro ci sarà un Consiglio dei ministri, nel quale verrà approvato un decreto legge, e non un Dpcm, per nuove misure anti-Covid. Il premier Draghi e questo governo ritengono importante coinvolgere il Parlamento e avere un confronto con tutte le forze politiche".

Dichiarazioni importanti quelle del ministro Mariastella Gelmini, pronunciate all'incontro con gli Enti locali

Zona rossa, misure attive da da lunedì

Il nuovo provvedimento, molto probabilmente, entrerà in vigore da lunedì 15 marzo.

Fino a Pasqua

A meno di improvvisi cali nella curva del contagi, è probabile che il Piemonte resti in zona rossa (almeno) fino a Pasqua, cioè fino a martedì 6 aprile.

Pandemia e DPCM

Per gli italiani pandemia e Dpcm erano ormai un tutt’uno. La differenza, si sa è nei dettagli, e pare che il neo premier Mario Draghi intenda farla anche in tal senso. Prova ne è il suo primo provvedimento anti Covid: non più un Dpcm, bensì un decreto che prevede la proroga del blocco degli spostamenti tra Regioni (anche gialle) e il divieto di spostamento verso le abitazioni private per far visita ad amici e parenti, in zona rossa. Cosa significa nella pratica?

Cos'è il DPCM

Il Dpcm – ovvero Decreto della presidenza del Consiglio – è di rapida emanazione, poiché dipende esclusivamente dalla volontà del presidente del Consiglio. I decreti legge, invece, sono provvedimenti collegiali, il cui contenuto è discusso e condiviso da tutta la squadra al governo. Entrano in vigore sostanzialmente subito con una durata di 60 giorni. Insomma la modalità dell’ex premier Conte di agire in piena emergenza “in solitaria” potrebbe non essere ricalcata dal suo successore, come ha dimostrato la scelta del suo primo decreto, collegialmente discusso.

TUTTI I DETTAGLI QUI