A SALUGGIA

Il Covid19 rischia di cancellare anche la Sagra del Fagiolo

La comunità potrebbe veder annullata la manifestazione di ottobre. 

Il Covid19 rischia di cancellare anche la Sagra del Fagiolo
Vercellese, 30 Agosto 2020 ore 07:48

Il Covid19 rischia di cancellare anche la Sagra del Fagiolo a Saluggia. La comunità potrebbe veder annullata la manifestazione di ottobre.

Il Covid19 ha cancellato già due eventi

La Festa Patronale di San Grato 2020 a Saluggia non si svolgerà. Proprio come per la manifestazione che si sarebbe dovuta svolgere lo scorso fine settimana in frazione, cioè «Al Dì Dla Festa» della Pro Loco guidata da Elia Dalmasso, anche la manifestazione che ogni anno è calendarizzata per il primo weekend di settembre, in questo caso quello domenica 6 settembre, non ci sarà.

Eliminato anche il luna park

Una scelta che il sindaco Firmino Barberis non ha alcun timore ad annunciare, anzi: «Stante la situazione legata all’emergenza sanitaria del Coronavirus Covid19, non possiamo né programmare né svolgere gli eventi legati alla Festa Patronale. Questo anche a fronte dell’aumento di casi positivi al virus.
Scelta che abbiamo adottato anche con giostrai nell’incontro di mercoledì 19 agosto. Abbiamo convenuto che anche loro non avrebbero organizzato il Luna Park e che la loro domanda restava valida per il prossimo anno. Loro, infatti, hanno già preso le misure in piazza Generale Bonifazio Incisa di Camerana così da poter poi presentare una planimetria su come saranno posizionati e su quali attrazioni e quante potranno essere installate.
Inoltre, il nuovo decreto impone l’uso obbligatorio della mascherina dalle 18 alle 6, orario in cui vengono attivate le giostre. Dunque il Comune sarebbe obbligato a far controllare il rispetto di questa normativa ma non ne ha le possibilità per via del numero ridotto di agenti, e poi, anche se ci fosse il personale, vorrebbe dire sanzionare coloro che non la utilizzano con multe salate. Queste porterebbe solo maggiori crisi alle famiglie e tante polemiche. Senza contare che prima di adottare questa scelta mi sono confrontato con la Prefettura di Vercelli che mi ha detto sì che potevo autorizzare il luna park ma che qualora si verificassero dei casi di contagi poi ne sarei stato responsabile.
Vorrei poi sottolineare che la festa cade a ridosso all’inizio delle scuole.
C’è poi in paese chi mi accusa di esser stato corrotto per queste scelte: queste sono persone che scrivono senza pensare, persone che non hanno il coraggio di dirmelo in faccia. Sono persone che parlano senza informarsi e basandosi solo sulla loro microscopica cultura senza capire la gravità di ciò che dice perché i morti di Covid19 sono una realtà».

A rischio anche la Sagra del Fagiolo

Sempre il primo cittadino conferma che sarà celebrata la Santa Messa come da tradizione e al termine un concerto della Banda.
«Mi ripeto – prosegue il sindaco – è una scelta dettata dalla volontà di garantire la sicurezza sanitaria. Noi fino ad oggi siamo stati ben protetti e non vorrei che scivolassimo su una buccia di banana: anche se per un anno non si fa non finisce il mondo.
Inoltre anche la Sagra del Fagiolo è a rischio. E’ difficile che venga organizzata, io sono per proteggere la popolazione. Chi mi vuole contestare lo faccia, ma il bilancio lo faremo quando la buriana sarà terminata».

LEGGI ANCHE: La Pro Loco annulla la Festa Patronale

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità