Cultura
CRESCENTINO

Dopo quarant’anni vuole restituire un libro alla biblioteca

La persona, rimasta anonima, ha chiamato Radio Deejay che ha raccontato questa storia in diretta lunedì.

Dopo quarant’anni vuole restituire un libro alla biblioteca
Cultura Vercellese, 08 Maggio 2021 ore 05:58

Dopo quarant’anni vuole restituire un libro alla biblioteca «Degregoriana» di Crescentino. La persona, rimasta anonima, ha chiamato Radio Deejay che ha raccontato questa storia in diretta lunedì.

Dopo quarant’anni vuole restituire un libro alla biblioteca

Crescentino diventa celebre anche in radio. E’ il tardo pomeriggio di lunedì 3 maggio quando Andrea Bazzano, dell’Ufficio Cultura e Manifestazioni del Comune sente che su Radio Deejay parla della biblioteca civica di Crescentino.
Lo sente durante il programma «Pinocchio» con La Pina, Diego e Valentina Ricci. Così contatta subito il bibliotecario della Biblioteca Civica Degregoriana Alberto Bollo che scrive direttamente alla radio che dopo poco lo contatta.

La puntata

Durante «Mission glielorestituiamonoi», infatti, i conduttori della trasmissione hanno raccontato che una persona, ben 40 anni fa, aveva preso in prestito un libro dalla Biblioteca Civica Degregoriana. Si trattava del volume «Robinson Crusoe», il celebre testo di Daniel Defoe pubblicato il 25 aprile 1719.
Un volume che il lettore non ha mai restituito ma che non ha nemmeno mai gettato tant’è che se l’è portato con sé in ogni trasloco sino ad oggi che invece ha espresso la volontà di restituirlo alla città di Crescentino. Ma per questa persona non è semplice farlo perché da tempo non abita più a Crescentino e dunque dovrebbe spedirlo via posta o con un corriere. E vorrebbe farlo con la sicurezza che torni realmente a Crescentino a disposizione della popolazione.
E qui parte il collegamento con il bibliotecario che racconta: «Mi ha chiamato il responsabile dell'ufficio cultura del Comune non appena ha sentito la trasmissione. Io credevo che fosse successo qualcosa di grave, che la biblioteca stesse andando a fuoco perché era agitato. Invece no, questa è una buona notizia».
Effettivamente da Radio Deejay avevano provato a mettersi in contatto con la biblioteca ma questa era chiusa ecco perché loro si erano ripromessi di richiamare mercoledì quando sarebbe stata aperta.
I conduttori hanno spiegato che certamente questo non è il primo caso in cui una persona non restituisce un libro ad una biblioteca ma farlo dopo un mese è certamente semplice, farlo dopo 40 anni invece è anche un gesto di coraggio... un gesto molto bello.
Un gesto che effettivamente il bibliotecario ha apprezzato molto: «Quando riceverò il testo sicuramente lo metteremo in una bacheca speciale. E' un libro che ha viaggiato, che ne ha visto parecchie in questi anni. Lo esporremo come libro speciale e ringrazieremo anche questa persona che non l'ha mai gettato e che anzi ce lo ha restituito».
In chiusura, poi i conduttori di Radio Deejay hanno ringraziato il dipendente del Comune di Crescentino che ha immediatamente avvisato Alberto. Inoltre, prima di chiudere hanno detto: «Crescentino è un posto speciale».